TimGate
header.weather.state

Oggi 22 maggio 2022 - Aggiornato alle 00:00

 /    /    /  YouTube rinnoverà il loop dei video: ecco come
YouTube rinnoverà il loop dei video: ecco come

- Credit: CardMapr / Unsplash

SOCIAL NETWORK23 gennaio 2022

YouTube rinnoverà il loop dei video: ecco come

di Samuele Ghidini

Permettendo di utilizzare la funzione per capitoli delle clip, a patto che chi pubblica li abbia creati

Nel corso del 2020 su YouTube sono comparsi i capitoli, che permettono ai creatori di “spezzettare” i propri video in “blocchi” distinti facendo sì che gli utenti siano in grado di trovare e visualizzare “pezzi” delle clip alle quali sono interessati, senza dover scorrere incessantemente con la timeline prima di trovarli. Nel mezzo del 2021, poi, la piattaforma di condivisione video per eccellenza ha lanciato, solo sull’app per dispositivi mobili, la funzione loop che consente appunto di riprodurre in continuazione un video.

 

Due funzionalità che, in comune, sembrano avere poco, ma non è così. Accedendo al codice dell’ultima versione dell’applicazione di YouTube per dispositivi Android, già disponibile sul Play Store per il download, come rilevato dal sito Usa XDA-Developers sono presenti delle “stringhe” che indicano come la piattaforma di Google abbia in serbo novità per quanto concerne il riprodurre in loop ogni singolo capitolo di un video.

 

- LEGGI ANCHE - YouTube mostrerà i Capitoli dei video nei risultati delle ricerche

- E ANCHE - YouTube, i creators potranno cambiare nome e immagine del loro canale

 

Quindi, se al momento riprodurre a ripetizione un video comporta farlo per la durata integrale dello stesso, in un futuro non meglio definito gli utenti potranno specificare quale parte delle clip mandare il loop, scegliendo quella di interesse. A patto, ovviamente, che il contenuto in questione sia suddiviso in capitoli.

 

Rispetto alla funzione per il loop originale, utilizzata prevalentemente per i video musicali essendo stata ideata proprio con questo scopo, la novità dovrebbe risultare molto utile, ad esempio, per seguire lezioni, webinar e video-tutorial come quelli per operazioni informatiche o per effettuare piccole riparazioni domestiche.

 

Per ora, la novità è solo in cantiere, anche se l’inclusione nel codice di programmazione dell’app è un indizio della volontà di YouTube di procedere al lancio quanto prima. Non troppo presto, a logica, visto che dei consueti test non è stata data notizia, almeno ufficialmente.