TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 02:00

 /    /    /  Elon Musk sarà il nuovo CEO di Twitter
Elon Musk sarà il nuovo CEO di Twitter

Elon Musk- Credit: Patrick Pleul / Ipa-Agency.Net / Fotogramma

SOCIAL NETWORK05 maggio 2022

Elon Musk sarà il nuovo CEO di Twitter

di Federico Bandirali

Secondo fonti citate da CNBC, oltre a guidare Tesla e SpaceX il nuovo proprietario ricoprirà la carica ad interim

Quando l’acquisizione di Twitter da parte della cordata guidata da Elon Musk per 44 miliardi di dollari riceverà, come previsto, tutte le approvazioni del caso diventando ufficiale, il percorso da CEO della società ricoperto da Parag Agrawal passerà agli annali come una breve parentesi che ha avuto avvio con le dimissioni del fondatore del social Jack Dorsey, nel novembre del 2021, ed è terminata quando il nuovo ruolo di CEO passerà all’uomo più ricco del mondo ad interim. Parentesi non priva di modifiche e cambiamenti, ma secondo quanto appreso – citando fonti anonime - e comunicato dal network CNBC destinata a chiudersi al completamento della transazione, con Musk a prendere in mano le redini della piattaforma di microblogging per un periodo limitato.

 

- LEGGI ANCHE - Così Elon Musk è diventato il proprietario di Twitter

- E ANCHE - Perché Jack Dorsey non sarà più il capo di Twitter

 

Tra i cambiamenti ipotizzati dopo l’acquisizione di Musk molti se non tutti hanno riguardato le funzionalità del social e la sua nuova dimensione di spazio dove la libertà di parola, almeno nelle intenzioni del visionario fondatore di Tesla e SpaceX, ma quella in questione è decisamente più rilevante.

 

Passano quindi in secondo piano le ipotetiche novità del servizio, tra cui nuove modalità di monetizzazione che potrebbero passare da account a pagamento per governi ed imprese. Ma, prima che si possa parlare effettivamente delle conseguenze, societarie e per il social, è doveroso attendere le ufficializzazioni o le smentite.

 

Anche perché l’aspetto più spinoso riguarda se e come troverà attuazione la scelta di Musk di rendere Twitter una piazza virtuale patria della “libertà d’espressione”, senza moderazione e con conseguenze facilmente immaginabili. Nel timore che sia troppo ampia, diversi utenti stanno già virando verso Mastodon come soluzione alternativa alla piattaforma dei cinguettii.

 

Nelle ultime ore è emerso infine che Elon Musk non ha condotto da solo l’operazione da 44 miliardi di dollari per acquisire Twitter, ma ha trovato soci tra cui Oracle, Sequoia e Binance. Con Jack Dorsey che avrà un ruolo e rientrerà clamorosamente nella gestione della piattaforma.