TimGate
header.weather.state

Oggi 12 agosto 2022 - Aggiornato alle 06:00

 /    /    /  Su Facebook sarà più semplice e veloce cercare e cancellare vecchi post
Su Facebook sarà più semplice e veloce cercare e cancellare vecchi post

- Credit: iStock

SOCIAL05 giugno 2020

Su Facebook sarà più semplice e veloce cercare e cancellare vecchi post

di Federico Bandirali

Solo da app con la nuova funzione “Gestisci attività”: ecco come

Facebook sta offrendo ai propri utenti una nuova funzionalità, ribattezzata “Gestisci attività”, permettendo a chi ne ha necessità di eliminare o archiviare vecchi post, video e altre attività che potenzialmente possono generare imbarazzo con maggior facilità. Un percorso a ritroso dovuto anche all’anzianità del social lanciato in Italia 12 anni orsono (maggio 2008), arco di tempo nel quale i primi utenti della piattaforma, presumibilmente, hanno pubblicato o commentato post fuori dalle righe, o più facilmente lasciato tracce digitali di amori ormai finiti e simili.

 

- LEGGI ANCHE: Il nuovo volto (semplice) di Facebook

 

"Gestisci attività": il nuovo strumento solo per app

 

 

La novità è che se fino a prima del lancio del nuovo strumento il percorso a ritroso per rimuovere vecchi contenuti con lo smartphone era lento e per certi versi complicato, visto che andavano eliminati uno ad uno, con “Gestisci attività” il procedimento sarà assai più semplice e rapido.

Menlo Park ha già chiarito che l’opzione è già attiva sull’app in versione Lite del social e su quelle ufficiali sia per iPhone che per Android, mentre per vedere il nuovo “Gestisci attività” all’opera da desktop bisognerà attendere un po’ di tempo in più, anche perché è già più facile identificare e cancellare i post con gli strumenti attualmente disponibili.

 

Come funziona la nuova procedura semplificata

Dopo aver aggiornato l’app all’ultima versione, sarà sufficiente aprirla e entrare nel proprio profilo, poi pigiare sui tre puntini vicini al pulsante per creare e condividere una Storia, ed entrare nelle “impostazioni del profilo” per poi aprire il “Registro attività.

 

Arrivati a questo punto, la nuova schermata mostra quattro opzioni con altrettanti “bottoni”: Archivio, Cestino, Filtri e Gestisci attività e, di fatto, mostra in ordine cronologico tutto ciò che l’utente ha fatto su Facebook, dai like lasciato ad alcune pagine alle ricerche, fino ovviamente ai post pubblicati.

 

Tuttavia, per vedere le attività “datate” e non solo quelle più recenti, è necessario aprire “Gestisci Attività”. Fatto ciò, comparirà un pulsante denominato “filtri” che consente di cercare le attività sul social suddivise in categorie: tutto, singoli post, registrazioni in luoghi o a eventi e tutto ciò che è possibile fare sul social.

 

I fnuovi filtri di ricerca cronologica

Nel menu di ricerca, in aggiunta, si può stabilire un lasso di tempo predefinito indicando data di inizio e fine, oppure restringere il campo relativamente alle persone con cui si è interagito. Una ricerca mirata, che permette di andare a ritroso e individuare l’arco temporale di interesse, magari per scovare dei contenuti discutibili pubblicati proprio in quel periodo e di cui si ha memoria.

 

Filtrata la ricerca, i risultati appariranno come un elenco dove, sempre attraverso l’icona con i tre puntini di sospensione che compare accanto a ogni post o commento, si può abilitare un menu polifunzionale.

Aperto questo menu, si accede ai contenuti in questione e si può scegliere, come di consueto, se cambiare le impostazioni relative alla privacy, nascondere dal diario quanto scovato, decidere di spostarlo nell’archivio o eliminarlo.

Eliminazione definitiva dopo 30 giorni nel cestino

Per ogni contenuto o elemento cancellato, al pari di quanto accade con la versione desktop, lo stesso prima della rimozione definitiva passa dal cestino, dove resta ripristinabile per 30 giorni prima dell’eliminazione definitiva. L’archivio, invece, permette solo a chi ha creato l’account di visualizzare gli elementi in questione.

 

Un modo nuovo per razionalizzare e semplificare la gestione del diario dopo anni, pensato da Menlo Park proprio per fare in modo che quanto appare sul profilo rifletta ciò che l’utente è diventato negli anni.

 

Senza le macchie del passato come, ad esempio, relazioni sentimentali turbolente o altri elementi che possono far riaffiorare ricordi tristi, oltre a scopi più pratici tra cui, ad esempio, il passaggio dall’adolescenza all’età adulta e la conseguente necessità di dare al proprio profilo una serietà professionale che mal si sposa con la spensieratezza degli anni di scuola.