TimGate
header.weather.state

Oggi 07 luglio 2022 - Aggiornato alle 12:09

 /    /    /  Google, l’autenticazione a due fattori sarà l’impostazione predefinita
Google, l’autenticazione a due fattori sarà l’impostazione predefinita

- Credit: Dan Nelson / Unsplash

TECNOLOGIA06 ottobre 2021

Google, l’autenticazione a due fattori sarà l’impostazione predefinita

di Simone Colombo

La novità poteggerà gli account 150 milioni di utenti entro fine 2021. Primo passo per un futuro senza password

Google lo scorso maggio ha annunciato l'intenzione di abilitare l’autenticazione a due fattori (o la verifica in due passaggi in riferimento alla configurazione) come impostazione predefinita per garantire maggiore sicurezza a molti account. Adesso, ovvero nel mese della sensibilizzazione sulla sicurezza informatica, Big-G ricorda il proprio piano con un post sul blog ufficiale, annunciando che oltre 150 milioni di account entro fine 2021 beneficeranno della modalità di accesso in questione.

 

- LEGGI ANCHE - Google spingerà gli utenti ad adottare autenticazione a due fattori

- E ANCHE - Un modo facile per capire se le tue password sono sicure

 

Nel 2018, il colosso di Mountain View ha comunicato come solo il 10% dei suoi account attivi utilizzasse l’autenticazione a due fattori. Da allora, la società guidata da Sundar Pichai ha spinto, sollecitato e incoraggiato le persone a utilizzarla.

 

Inoltre, Google richiederà a più di 2 milioni di creatori di YouTube di attivare l’autenticazione a due fattori per proteggere i propri canali da possibili furti. Big-G afferma di aver collaborato con diverse organizzazioni in modo da distribuire oltre 10.000 chiavi di sicurezza hardware ogni anno.

 

Un altro strumento che aiuta anche gli utenti a proteggere i propri account utilizza un gestore di password, e Google ora afferma di controllarne un miliardo al giorno tramite il gestore integrato per Chrome, Android e l’app Google.

 

Il gestore di password è disponibile anche sia per Android che per iPhone, dove Chrome può compilare automaticamente gli accessi per altre app. Big-G, non paga, a breve aiuterà a generare password per altre app, rendendo la vita degli utenti ancora più semplice.