TimGate
header.weather.state

Oggi 26 maggio 2022 - Aggiornato alle 01:00

 /    /    /  Google, in arrivo i Chromebook dedicati al gaming
Google, in arrivo i Chromebook dedicati al gaming

Un laptopo Chromebook- Credit: Open Grid Scheduler / Flickr

TECNOLOGIA27 gennaio 2022

Google, in arrivo i Chromebook dedicati al gaming

di Samuele Ghidini

Scovate novità nel codice del sistema operativo Chrome OS, preludio al lancio che potrebbe avvenire a breve

 

I Chromebook, computer con sistema operativo Chrome OS lanciati da Google, spinti dalla pandemia si sono evoluti molto rapidamente per rispondere alle esigenze presentate, nostro malgrado, dalla didattica a distanza (DAD) e dal lavoro da remoto, e la progressiva introduzione di un design decisamente più moderno. Nel percorso, Chrome OS è cambiato molto (in meglio) per quanto concerne le performance, diventando “completo” sotto tutti i punti di vista permettendo di utilizzare app Android e programmi pensati per Linux. Il colosso di Mountain View, ad ogni modo, continua a implementare il suo sistema operativo, e le ambizioni rispetto a dei Chromebook dedicati al Gaming potrebbero essere prossime a concretizzarsi.

 

- LEGGI ANCHE - Chromebook: le CPU realizzate da Google pronte nel 2023?

- E ANCHE - Gaming online, cos’è e le piattaforme di streaming più popolari

 

Al momento i Chromebook non sono comunque tagliati fuori dal gaming, ma soluzioni quali Google Play store, Stadia e GeForce Now – per fare degli esempi – non hanno, nonostante implementazioni anche a livello hardware, la capacità di rimpiazzare computer sviluppati e prodotti appositamente con soluzioni ottimizzate è limitata.

 

Stando a una recente scoperta, individuata su Chromium Gerrit, a quanto si apprende Chrome OS sarebbe stato implementato in modo da supportare tastiere RGB. Invero, diversi Chromebook includono già la keyboard retroilluminata, ma nuove soluzioni in fase di sviluppo potrebbero soddisfare le esigenze dei gamers.

 

Il sito Usa 9to5Google riporta infatti come siano stati individuati tre nomi in codice per potenziali Chromebook da gioco, con due brand come Lenovo e HP potenzialmente coinvolte nei test dei Chromebook dedicati al gaming, mentre il terzo celato dietro un nome in codice (Ripple), dovrebbe essere un tablet con la possibilità di attaccare e staccare un’apposita tastiera.

 

Altre novità nel merito non dovrebbero tardare ad arrivare, ma l’ingresso di Google nel mondo del gaming anche per quanto concerne il suo sistema operativo dovrebbe essere solo una questione di tempo, e nemmeno troppo pur in assenza di scadenze precise.