TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 08:32

 /    /    /  Google Duo e le videochiamate di gruppo da desktop con Chrome
Google Duo e le videochiamate di gruppo da desktop con Chrome

- Credit: iStock

APP11 maggio 2020

Google Duo e le videochiamate di gruppo da desktop con Chrome

di Federico Bandirali

La novità è in “rampa di lancio” come la “modalità famiglia” e l’allargamento a 32 partecipanti

Duo, app di videochiamate creata da Google, a breve consentirà di effettuare videochat senza scaricarla, semplicemente usando il browser Chrome. Una novità potenzialmente utile durante la pandemia e la crescente necessità in tutto il mondo di mantenere contatti con amici e familiari, anche se per utilizzare il nuovo servizio il piccolo ostacolo, certamente non insormontabile, sarò rappresentato dal dover avere già un account Google, o crearne uno, per poter poi partecipare alle chat.

 

- LEGGI ANCHE - Gli ultimi aggiornamenti sul coronavirus

 

Le nuove funzioni ancora da implementare non si limitano alla versione desktop di Duo, che avrà anche una nuova “modalità famiglia” per rendere più “giocose” le chiamate, con la possibilità di applicare al proprio volto maschere ed effetti con appositi filtri sulla falsariga di Snapchat.

 

In questa modalità, inoltre, Duo “nasconderà” automaticamente i pulsanti per silenziare e riagganciare, lasciando il tempo per disegnare e scarabocchiare senza il rischio di interrompere involontariamente e accidentalmente la chiamata, secondo quanto comunicato da Big-G.

 

Queste novità, peraltro, saranno disponibili anche nelle videochiamate con due soli partecipanti anche per Android e iOS, mentre Mountain View sta iniziando a “lanciare” i filtri, iniziando da uno abbastanza creativo dedicato alla festa della mamma, appena passata.

 

Google evidentemente punta molto su Duo, al punto da aver già annunciato ad aprile l’intenzione di implementare i codec video utilizzati per migliorare la “qualità” delle videochat, con una sorta di modalità foto e aumentando il numero massimo di partecipanti a da 8 a 12, che con il nuovo aggiornamento diverranno 32.

 

Questo fermo restando che, nonostante il vicepresidente di G-Suite, Javier Soltero, abbia “preso in carico” anche il progetto Duo oltre a Google Meet (l’altro servizio di videochiamate business oriented di Big-G), non ci sarà nessuna integrazione tra le due app proprio per il differente target di utilizzatori.

 

Anche se Mountain View ha reso disponibile gratuitamente Meet a inizio maggio, più che altro per “promuoverne” l’utilizzo e provare a scalzare il “regno” della piattaforma di videochiamate Zoom, iniziato esattamente con la pandemia e con un incremento di download da record su scala globale ad aprile.