Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 26 novembre 2020 - Aggiornato alle 22:00
Live
  • 21:52 | Marco Belinelli lascia l'Nba e torna in Italia alla Virtus Bologna
  • 21:45 | Google Meet: disponibili i report e il contatore dei partecipanti
  • 21:27 | Diane Keaton promuove il nuovo “Padrino III”
  • 21:15 | Insigne: 'Diego ci ha dato tanto. La 10 deve essere sua'
  • 21:13 | Napoli-Rijeka, azzurri in campo con la maglia numero 10
  • 21:08 | Europa League, Lilla-Milan 1-1, a Castillejo risponde Bamba
  • 21:02 | Insigne depone corona di fiori all'esterno del San Paolo
  • 20:59 | Incidenti a Buenos Aires, feretro spostato dalla Casa Rosada
  • 20:02 | Salesforce starebbe trattando l'acquisizione di Slack
  • 19:31 | TikTok e l’adesione all’alleanza europea per la tutela dei minorenni
  • 19:30 | Donald Trump e Melania mano nella mano
  • 19:05 | Londra, l’allentamento della quarantena per chi arriva dall’estero
  • 18:31 | Il Papa gli dedica una storia sull'account Instagram
  • 18:14 | Netflix vuole comprare “Godzilla vs. Kong”: muro della Warner
  • 18:02 | Tapiro a Conte: 'Se non mangerò il panettone non l'avrò meritato'
  • 17:45 | Chi è Roddy Ricch, fenomeno del rap mondiale
  • 17:45 | Kate Middleton come Elizabeth Bowes
  • 17:30 | Covid-19, aumentano i decessi in Italia: 822 in 24 ore
  • 17:16 | Bruce Springsteen ha qualcosa da dire allo sconfitto Trump
  • 17:13 | Kate Hudson è una mamma severa
Su Google Meet ora è disponibile l’alzata di mano Esempio dell'alzata di mano su Meet - Credit: Google
APP 19 novembre 2020

Su Google Meet ora è disponibile l’alzata di mano

di Federico Bandirali

Per “prenotare” i turni di parola nelle riunioni o nelle lezioni da remoto. Ecco come

Google continua a lavorare alacremente sulla piattaforma per videochiamate Meet e, dopo averla annunciata nei mesi scorsi, ha finalmente introdotto l’alzata di mano in modo da permettere agli utenti che vogliono intervenire in una riunione di “avvisare” chi la organizza.

La funzione, già presente su alcune piattaforme della concorrenza, è stata rivista e migliorata da Big-G davanti alle richieste degli utenti, ed è utile ovviamente in ambito scolastico con la didattica a distanza causa pandemia ma non solo. Mantenere l’ordine nelle videoconferenze, infatti,  è tutto tranne che semplice, anche in ambito lavorativo.

 

Venendo agli aspetti pratici, per poter usare l’alzata di mano e “prenotare” il proprio turno di parola, sarà sufficiente cliccare sull’apposita icona afferente al comando in questione, situata nella parte bassa dell’interfaccia grafica.

 

Il tutto, ovviamente, senza interrompere o disturbare gli altri invitati che, magari, stanno parlando in quel momento nel corso di riunioni, lezioni, o conference call aperte a più persone. E, qualora per errore o per scelta chi intende “alzare la mano” dovesse cambiare idea, basterà cliccare nuovamente sul pulsante in questione per eliminare la richiesta.

 

Partendo dal presupposto che gli organizzatori e/o moderatori degli incontri, primi tra tutti i docenti, avranno la possibilità di visualizzare una sorta di “recap” rispetto a chi ha chiesto di parlare alzando la mano, e in ultima istanza spetterà a loro decidere come comportarsi (ovvero se far parlare o meno). Leggendo quanto comunicato sul blog ufficiale di Mountain View, la funzione è già disponibile per tutti gli utenti di Meet.

 

Una ulteriore testimonianza di come Google sia impegnata per migliorare sempre più il servizio, utilizzato ampiamente in tutto il mondo causa pandemia e conseguente “smart working” o Didattica a distanza, dopo aver lanciato negli ultimi mesi diverse funzionalità extra come, ad esempio, gli sfondi personalizzabili e l’eliminazione dei rumori di sottofondo.

 

- LEGGI ANCHE - Le novità di Google Meet per le videochiamate

- E ANCHE - Google Meet, chiamate gratuite senza limiti di tempo fino a marzo 2021

 

Come si legge sulle pagine del blog ufficiale la disponibilità è immediata, interessando fin da subito tutti coloro che hanno accesso a Meet.

I più visti

Leggi tutto su News