Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 13 agosto 2020 - Aggiornato alle 12:48
Live
  • 12:48 | Torino, ci si muove per Linetty
  • 12:33 | Discoteche e ritorni dai viaggi: misure anti-contagio
  • 12:30 | Ed Sheeran diventa papà
  • 12:28 | Come creare una zona barbecue in giardino
  • 12:22 | Tartaday: in Italia è la giornata in difesa delle tartarughe
  • 10:35 | SAFE WEB PLUS per navigare sicuri in rete
  • 10:35 | I giornali di giovedì 13 agosto
  • 10:00 | Mozzarella alla caprese
  • 09:00 | Nathalie Guetta: chi è la sorella di David Guetta
  • 09:00 | Chi è Alessandra Celentano, carriera e vita privata
  • 09:00 | Libeskind: chi è l'architetto della torre a Milano
  • 09:00 | A 11 anni apre un ristorante vegano
  • 09:00 | 10 tecniche di seduzione
  • 09:00 | Nel 2019 record di rifiuti elettronici
  • 07:30 | NBA: vittorie per OKC e Clippers, Indiana piega Houston
  • 23:51 | Grazie Atalanta, hai fatto sognare l’Italia
  • 23:10 | Champions, Beffa Atalanta, in semifinale ci va il Psg
  • 21:18 | Pavimenti impermeabili in laminato, il nuovo trend
  • 21:11 | Perché la chiusura delle discoteche è "l'ultima spiaggia"
  • 20:40 | Coronavirus: il punto sulla pandemia
Le novità di Google Meet per le videochiamate - Credit: iStock
APP 3 luglio 2020

Le novità di Google Meet per le videochiamate

di Federico Bandirali

Sfondi personalizzati, sottotitoli, cancellazione dei rumori e soluzioni innovative per la didattica

Google sta lavorando su diverse nuove funzionalità per la piattaforma di videochiamate Meet, tra cui la possibilità per gli utenti di aggiungere le proprie fotografie, immagini scelte tra un ampio “listino” reso disponibile da Big-G o utilizzare un “effetto sfocatura” per modificare lo sfondo prima di partecipare alle videoconferenze.

Novità che - oltre alla cancellazione dei rumori di sottofondo grazie ad appositi algoritmi addestrati dall’Intelligenza Artificiale per distinguere la voce da altri tipi di suoni già in rampa di lancio -, vanno nella direzione intrapresa dai due principali concorrenti dell’app di Mountain View, ovvero Zoom e Microsoft Teams, alle quali perà Big-G ne aggiungerà di “proprie”.

 

La società guidata da Sundar Pichai, infatti, interpellata da diverse testate specializzate statunitensi ha confermato l’introduzione nella versione “consumer” delle soluzioni per modificare gli sfondi.

Aggiungendo che su Meet sono in arrivo anche i sottotitoli in tempo reale, un’apposita modalità per migliorare il rendering video quando ci si trova in ambienti con scarsa illuminazione e una nuova schermata per le per le riunioni che permetterà di vedere sul display fino a 49 partecipanti contemporaneamente.

 

“Siamo entusiasti di condividere alcune delle nuove funzionalità di Meet che verranno lanciate entro la fine dell'anno per aiutare gli educatori a migliorare la moderazione e il coinvolgimento in ambienti di apprendimento remoti”, hanno scritto gli sviluppatori di Google in un post sul blog ufficiale.

 

Questo perché, oltre alle nuove funzionalità pensate prevalentemente per la clientela business, Big-G ha intenzione di implementare la piattaforma anche per l’apprendimento a distanza, diventato consuetudine con la pandemia (al pari dello smart working), e destinato a diventare parte del futuro della didattica in generale.

 

In quest’ottica sono in arrivo altre due novità da Mountain View: la funzione “alzata di mano” per rendere più “scorrevoli” le sessioni di videoconferenze e rispettare i turni per parlare simulando quanto avviene nelle classi scolastiche, e una “lavagna virtuale collaborativa” che aiuterà studenti e docenti a condividere le proprie idee.

Gli stessi insegnanti, inoltre, potranno proporre dei sondaggi con l’obiettivo di coinvolgere maggiormente gli studenti.

 

Infine Big-G renderà possibile visualizzare l’elenco completo dei partecipanti alle videochiamate di gruppo, con gli utenti che avranno la possibilità –attraverso un’apposita opzione - di chiedere delucidazioni su punti non chiari toccati nella riunione, senza interrompere chi sta parlando nella videoconferenza.

 

Google, che si è trovata leggermente spiazzata davanti alla crescita record di Zoom a causa della pandemia da coronavirus e ai conseguenti lockdown trovandosi costretta a “rincorrere”, sta effettivamente colmando il gap dopo aver superato i 100 milioni di partecipanti quotidiani a riunioni su Meet (Teams è arrivata a 75 milioni, Zoom non ha mai reso noto il numero di utenti parlando di 300 milioni di meeting quotidiani lo scorso aprile).

 

Per farlo Big-G ha lavorato alacremente per sviluppare Meet, integrando il servizio in Gmail in modo da poter avviare videochiamate direttamente dalla casella di posta elettronica, oltre ad aumentare il numero massimo di partecipanti alle videoconferenze a 100 persone, creare apposite “scorciatoie” per "far parire" le videocall ed eliminare i limiti relativi allla durata delle videochiamate per chiunque abbia un account Google.

 

Con Zoom (che è ancora la piattaforma più popolare) già costretta a rivedere molte cose, tra cui la futura introduzione della crittografia end-to-end per tutti gli utenti dopo aver annunciato che sarebbe stata disponibile solo per quelli “a pagamento”: un’inversione a U repentina che la dice lunga su come proceda la “rincorsa” delle piattaforme rivali.

Leggi tutto su News