Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 15 luglio 2020 - Aggiornato alle 09:25
Live
  • 09:00 | Taylor Lautner: film, età, altezza e fidanzata
  • 09:00 | Chi è Paola, la sorella di Giulia Michelini
  • 09:00 | Novità dal mondo dell’indie italiano, ecco Mille: l’intervista
  • 09:00 | Scoppia la nuova guerra del tè tra Gran Bretagna e Stati Uniti
  • 09:00 | La gaffe di Meghan Markle: annunciò di essere incinta alle nozze di Eugenie di York
  • 09:00 | Dove si comprano i fagioli Azuki?
  • 09:00 | Monopattini elettrici, 10 cose da sapere
  • 09:00 | Le zanzare possono trasmettere i virus?
  • 07:30 | Torta mousse al caffè
  • 06:00 | Le prime pagine dei giornali di mercoledì 15 luglio 2020
  • 23:58 | Atalanta travolgente: 6-2 al Brescia, orobici secondi
  • 23:54 | Recovery Fund; il lavoro di Italia, Francia e Germania per l'accordo
  • 23:18 | Kate Middleton e William: la lettera segreta
  • 20:28 | La playlist di TIMMUSIC con le hit italiane del 1990
  • 20:19 | Milan-Atalanta venerdì 24 Inter-Napoli il 28 alle 21.45
  • 20:08 | Il figlio di Reese Whiterspoon ha pubblicato la sua prima canzone
  • 19:00 | La regina Elisabetta ha il conto in rosso
  • 18:38 | Real prossimo al titolo: 'Per favore festeggiate in casa'
  • 18:26 | Il nuovo singolo di Sofia Tornambene è su TIMMUSIC
  • 17:37 | Coppa del nonno fai da te
Google Messaggi userà la crittografia end-to-end per gli RCS - Credit: iStock
APP 25 maggio 2020

Google Messaggi userà la crittografia end-to-end per gli RCS

di Federico Bandirali

Come le principali app di messaggistica. Mistero sulla data di rilascio dell’aggioramento

Periodo ricco di novità per l’applicazione di messaggistica istantanea di Mountain View “Google Messaggi”, visto che diversi media americani - dopo aver visto in anteprima le versioni beta dell’ap - sembrano certi che l’arrivo della crittografia end-to-end (la stessa usata da WhatsApp e Telegram, quasi inviolabile) per RCS sia ormai prossimo.

Gli RCS – semplicemente messaggi multimediali “avanzati” usati da anche da Signal e negli iMessage – non sono altro che la naturale evoluzione dei tradizionali SMS, comunque presenti nell’app, ma “Messaggi” è, al momento, una delle poche, a non utilizzare la crittografia più comune nelle app di messaggistica.

 

- LEGGI ANCHE - Google e i test delle reazioni con emoji nell’app Messaggi

- E ANCHE - Google lancia la sfida a WhatsApp e Telegram con gli SMS 2.0

 

Presentati ufficialmente nel 2018 quali “principale piattaforma di messaggistica tra device Android”, gli RCS e in generale l’app non hanno avuto un grande successo dal lancio del novembre scorso iniziato con gli Stati Uniti.

 

Ora, per provare a recuperare terreno èerduto e incrementare la base utenti, nel codice di una beta dell’app sono stati scovati diversi indizi sulle nuove funzionalità di Google Messaggi, e larga parte è dedicata alla crittografia end-to-end.

 

Le informazioni, però, scarseggiano, e non è chiaro se tutti gli utenti dovranno abilitare la crittografia per poterne beneficiare o se, invece, basterà che lo faccia uno tra mittente e destinatario, mentre è evidente che ci sarà una sorta di “consenso” da dare per far “vedere” anche ad altre app Android i messaggi “in codice”.

 

E, chiaramente, non è dato sapere quando verrà lanciata la novità, sebbene nei mesi scorsi Big-G abbia ammesso di star lavorando in questa direzione. Riassumendo: il lancio è certo o quasi, le tempistiche vaghe e misteriose.

 

A meno che da Menlo Park (o da casa, visto che tutti i dipendenti sono in smart working), lette e sentite le indiscrezioni, non decidano di far chiarezza.

Un po’ utopistico visto che, a meno che il lancio non sia imminente, le logiche del marketing suggeriscono di mantenere questo alone di mistero per “attirare” nuovi utenti.

Leggi tutto su News