TimGate
header.weather.state

Oggi 22 maggio 2022 - Aggiornato alle 19:00

 /    /    /  Google starebbe lavorando a un nuovo visore AR/VR
Google starebbe lavorando a un nuovo visore AR/VR

- Credit: Kai Wenzei / Unsplash

INNOVAZIONE TECNOLOGICA23 gennaio 2022

Google starebbe lavorando a un nuovo visore AR/VR

di Federico Bandirali

Secondo diverse fonti Usa, con il progetto che sarebbe stato ribattezzato “Iris” e il lancio previsto per il 2024

Google, con il progetto Lens, è stata la prima big tech a scommettere con decisione su Realtà Virtuale (VR) e Realtà Aumentata, riponendo però il tutto nel cassetto visto l’insuccesso dell’iniziativa. Abbandonata l’idea di avvantaggiarsi con congruo anticipo rispetto ai competitor, anche perché ai tempi il tutto era proiettato verso una futura evoluzione senza data. nell’ottobre 2021 il CEO di Big-G e della holding Alphabet che comprende tutto l’ecosistema della società di Mountain View, Sundar Pichai, in una dichiarazione pubblica aveva rilanciato l’interesse del gruppo per la Realtà Aumentata, descrivendola come “importante area di investimento”.

 

Affermazione che lasciava presagire nuovi progetti nel merito, che ora anche per via della costruzione del famigerato Metaverso frutto, per ora solo visionario, di un’intuizione del CEO di Meta Mark Zuckerberg, diverse aziende hanno lanciato iniziative complementari in ambito AR/VR.

 

Tra queste anche Google, che secondo indiscrezioni affidabili provenienti dagli Usa starebbe lavorando ad un altro visore “Made by Google” per la Realtà Aumentata. Il nome in codice dell’iniziativa dovrebbe essere “Project Iris”, che sempre secondo i rumors prevede l’immissione in commercio dei nuovi dispositivi nel 2024.

 

Secondo le molteplici fonti, che suggeriscono come la componente software del visore di Big-G dovrebbe appoggiarsi a una versione di Android appositamente predisposta, il prodotto potrà funzionare autonomamente contando su un processore messo a punto da Google, senza interventi di società terze.

 

A capo del team di “Project Iris” Google avrebbe messo Clay Bavor, uno dei manager al lavoro su altri progetti innovativi, supportato dal creatore di Google Assistant Scott Huffman. Insieme a loro anche Shahram Izadi – a capo di ARCore – e Mark Lucovsky, autore del sistema operativo utilizzato internamente da Meta.

 

Inoltre, per la componentistica, dovrebbe essere coinvolta anche la squadra che lavora agli smartphone di Google (Pixel), mantenendo dunque all’interno di Mountain View l’intero progetto. Per ora sono indiscrezioni, seppur affidabili, ma pare evidente come la spinta verso AR e VR sia forte, e nessuno voglia rimanere indietro.

 

- LEGGI ANCHE - Google starebbe progettando occhiali “smart” per la realtà aumentata

- E ANCHE - Apple ha brevettato un nuovo tipo di occhiali "smart"

 

Sebbene il metaverso immaginato da Zuckerberg - ovvero una realtà parallela in cui tutti noi comuni mortali interagiamo con appositi avatar in 4D in una quotidianità virtuale ma credibile al punto da sembrar vera - difficilmente troverà nella sua effettiva forma finale quella nella testa del fondatore di Facebook.