TimGate
header.weather.state

Oggi 12 agosto 2022 - Aggiornato alle 11:07

 /    /    /  Google, sospese le transazioni economiche in Russia sul Play Store
Google, sospese le transazioni economiche in Russia sul Play Store

- Credit: Kai Wenzei / Unsplash

RUSSIA-UCRAINA10 marzo 2022

Google, sospese le transazioni economiche in Russia sul Play Store

di Samuele Ghidini

La misura impedirà di acquistare app, giochi e abbonamenti nel Paese, a causa della guerra in Ucraina

Anche Google ha deciso di aggiungersi alle società che, in modi differenti, stanno portando la Russia verso il completo isolamento dal resto del mondo occidentale dopo l’avvio del conflitto in Ucraina. Big-G, infatti, ha annunciato l’intenzione di sospendere temporaneamente qualsiasi tipo di transazione finanziaria sul suo Play Store. Di conseguenza, gli utenti russi con dispositivi Android non potranno più acquistare applicazioni e giochi, rinnovare o attivare abbonamenti ai servizi del colosso di Mountain View e nemmeno completare acquisti “in-app”.

 

Le app e i giochi gratuiti, tuttavia, restano disponibili per il download, esattamente come i contenuti comprati precedentemente. Secondo l’annuncio di Google, pubblicato con un articolo nel sito di supporto della Play Console, le ragioni delle sanzioni non sono da intendersi come ideologiche o politiche, ma solo come conseguenza delle sanzioni che bloccano i pagamenti nel Paese.

 

- LEGGI ANCHE - Perché la Russia ha bloccato Facebook e Twitter

- E ANCHE - Facebook, bloccate le pagine di media filogovernativi russi nell’Ue

 

Per gli sviluppatori interessati dalle misure, Google ha precisato come sia comunque possibile far diventare temporaneamente gratuiti tutti i contenuti a pagamento. Big-G, però, rispetto ad altre società ha scelto una linea più morbida nei confronti della Russia, focalizzandosi invece sugli aiuti alla popolazione ucraina con 15 milioni di donazioni in aiuti umanitari e 5 milioni di dollari per le ong umanitarie.

 

Il colosso di Mountain View, inoltre, ha attivato funzionalità dedicate per i suoi servizi software, motore di ricerca in primis, che includono un sistema di alert e news dettagliate in evidenza per quanti cercano informazioni su come fuggire o trovare rifugi, creando anche la SERP (Search Engine Results Page) dedicata “all’invasione russa dell'Ucraina nel 2022”.