Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 19 aprile 2021 - Aggiornato alle 15:39
Live
  • 16:11 | “Hermitage” è il nuovo album dei Moonspell, l’intervista
  • 16:10 | Spazio, l'elicottero Ingenuity della Nasa ha volato su Marte
  • 15:35 | Cos'è "Bauli in piazza" e chi sono gli artisti che hanno aderito
  • 15:35 | I giorni decisivi del Recovery Plan (Pnrr)
  • 15:20 | Quali tipi di plastica si possono riciclare?
  • 15:17 | I coreografi dei vip: chi sono i più famosi
  • 15:12 | 10 segnali per capire se le piaci
  • 15:05 | Lo smart working fa bene all'ambiente, dati e vantaggi
  • 15:03 | Perché si chiamano “soap opere”?
  • 14:55 | Kate Middleton è la vera erede del principe Filippo
  • 14:53 | Fabrizio De André, quali sono le canzoni più amate
  • 14:40 | Kanye West vorrebbe frequentare un’artista
  • 13:31 | L'apprensione internazionale per Navalny
  • 13:30 | Un terremoto scuote il calcio: ecco che cos'è la Super League
  • 13:05 | Economia italiana, la scommessa di Draghi sulla crescita
  • 13:00 | Paul McCartney, 12 artisti reinterpretano il suo ultimo album
  • 12:31 | L'iceberg più grande del mondo si è sciolto
  • 12:15 | Amici 20, i fan intervistano Martina: il video in esclusiva per TIM
  • 11:34 | Lo sfogo di Tiziano Ferro: "Il tour è cancellato" (video)
  • 11:15 | Casette da giardino, come e quali scegliere
Usa, Google anticiperà la riapertura degli uffici a fine aprile 2021 - Credit: Kai Wenzei / Unsplash
TECNOLOGIA 5 aprile 2021

Usa, Google anticiperà la riapertura degli uffici a fine aprile 2021

di Redazione

Con lo smart working diventerà opzionale e fruibile per un massimo di 12 mesi dopo richiesta formale

Andando in controtendenza con quanto deciso da Facebook e Twitter e altre compagnie tecnologiche, Google dopo essere stata tra le prime società a mettere i propri dipendenti in smart working con l’esplosione della pandemia da Covid-19, visto l’evolversi dell’emergenza sanitaria ha avviato il programma di riaperture dei propri uffici statunitensi.

Mountain View, infatti, li riaprirà – seppur a capienza ridotta – a partire da fine aprile 2021 a seconda dei dati relativi a contagio e disponibilità di vaccini nelle varie zone degli Usa dove ha delle strutture di proprietà.

 

Inizialmente, i dipendenti potranno tornare sul luogo di lavoro solo qualora lo desiderino, in vista del ritorno ufficialmente fissato per il primo febbraio. Big-G suggerisce inoltre loro di vaccinarsi, ma l’adesione o meno alla campagna vaccinale non sarà discriminante rispetto al tornare a lavorare in ufficio.

 

- LEGGI ANCHE: Google: dipendenti in smart working fino all’inizio del 2021

- E ANCHE: Google, dipendenti in smart working fino a luglio 2021

 

Per quanto concerne lo smart working, Big-G ha stilato le nuove regole per poterne beneficiare dopo la riapertura ufficiale degli uffici per tre giorni alla settimana. Quanti opteranno per lavorare da remoto oltre 14 giorni all’anno, dovranno infatti presentare una richiesta formale in cui chiedere “in casi eccezionali” di usufruire del lavoro agile per i successivi 12 mesi, ovvero il limite massimo fissato dalla società guidata da Sundar Pichai.

 

Ad ogni modo, Google si riserva la facoltà, qualora si rendesse necessario, di far tornare in ufficio anche quest’ultima categoria. Una mossa inattesa, che testimonia il differente approccio al telelavoro del colosso di Mountain View rispetto ai competitor.

I più visti

Leggi tutto su News