TimGate
header.weather.state

Oggi 15 maggio 2022 - Aggiornato alle 22:00

 /    /    /  Instagram: nuovi strumenti per la privacy e contro il bullismo
Instagram: nuovi strumenti per la privacy e contro il bullismo

- Credit: iStock

SOCIAL NETWORK17 maggio 2020

Instagram: nuovi strumenti per la privacy e contro il bullismo

di Federico Bandirali

Interesseranno gli utenti con più follower con lo scopo di rendere il social un "ambiente positivo"

Instagram ha cominciato a lanciare e testare diverse nuove funzionalità negli ultimi giorni, tutte mirate a rendere il social uno spazio “più positivo”. Facebook, proprietaria della piattaforma, ha reso infatti noto di aver iniziato a implementare un’opzione per eliminare un massimo di 25 commenti contemporaneamente, oltre a consentire agli utenti di fare altrettanto rispetto a blocchi e limitazioni di altri account, rivelando come nella fase di test le nuove funzioni hanno permesso soprattutto agli utenti con un cospicuo numero di follower a mantenere un “ambiente positivo” nelle loro pagine.

 

Altre novità riguardano le impostazioni sulla privacy, con un maggior controllo agli utenti su chi può taggarli o menzionarli in un post o in un commento: tutti, solo le persone seguite o nessuno. Inoltre, Instagram sta testando la possibilità di aggiungere commenti all'inizio di un post.

 

Le persone possono aggiungere più commenti, in modo simile a quello con cui YouTube consente di aggiungere commenti nella parte superiore della sezione dei commenti sotto i video, permettendo a chi posta di mettere in risalto le conversazioni “positive”.

 

 

Tutte funzionalità evidentemente utili per chi ha numerosi follower, senza per questo essere influencer, poiché potenziali oggetti di abusi, sebbene Menlo Park faccia riferimento al “combattere il bullismo” sul social.

 

E, in effetti, il prevenire fenomeni di bullismo e cyberbullismo da tempo è diventato un “obiettivo dichiarato” di Instagram, che continua a sfornare novità per arginare il problema.

Inoltre, come accade anche su Twitter, ha introdotto una sorta di “automoderazione” che avverte gli utenti quando stanno per pubblicare qualcosa di potenzialmente offensivo, sfruttando anche l’intelligenza artificiale per raggiungere lo scopo.

 

- LEGGI ANCHE - Instagram contro il bullismo: arriva l’opzione “Silenzia”

- E ANCHE - Su Instagram le nuove misure contro fake news e bullismo

 

Ma, ad oggi, la segnalazione di fenomeni di questo tipo passa, prevalentemente, dalle segnalazioni degli stessi utenti, e finché Instagram non sarà in grado di identificare “da sola” quanto accade sulla piattaforma, la moderazione “reale” dei contenuti passerà sempre attraverso gli strumenti a disposizione degli utenti, a cui viene di fatto affidato il compito di mantenere il social sicuro e “positivo”.