TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 18:00

 /    /    /  Instagram sta offrendo soldi ai creatori per pubblicare Reel
Instagram sta pagando i creatori per postare Reels

- Credit: Le Buzz/Unsplash

SOCIAL NETWORK13 novembre 2021

Instagram sta pagando i creatori per postare Reels

di Federico Bandirali

Fino a 35.000 dollari secondo fonti statunitensi. Ma la sfida a TikTok resta ancora impari

Instagram sta offrendo ingenti somme di denaro ai creatori di contenuti per pubblicare video su Reels, la sezione del social in palese concorrenza con TikTok, come riportato dai siti Usa TechCrunch e Business Insider . Instagram ha annunciato il suo programma di bonus per Reels a luglio, quando il CEO di Meta (ai tempi Facebook visto il recente cambio di nome della società di Menlo Park), Mark Zuckerberg, dichiarò che avrebbe pagato 1 miliardo di dollari ai creators fino al 2022. Le nuove notizie, evidentemente, fanno luce su quanto i singoli creatori possano monetizzare esattamente con i loro Reel, nonché su quante visualizzazioni debbano ottenere i loro contenuti per arrivare al bonus più cospicuo.

 

- LEGGI ANCHE - Usa, Instagram Reels ora è disponibile anche su Facebook

- E ANCHE - I nuovi modi per guadagnare soldi con Facebook

 

Nella fascia alta, TechCrunch indica un post su Reddit in cui alcuni utenti riportano di aver ricevuto offerte fino a 35.000 dollari se i loro Reel ottengono 58,31 milioni di visualizzazioni mensili. Dato confermato dal report di Business Insider, secondo cui sono stati offerti a Sam e Cori Werrell per creare contenuti di Reels per i loro 283.000 follower su Instagram importi simili.

 

Nel frattempo, secondo quanto riferito, ai creatori più piccoli sono state offerte somme assai modeste. Una creatrice con circa 52.000 follower su Instagram, avrebbe ricevuto un’offerta massima di 1.000 dollari, alti anche 600 o 800. TechCrunch riferisce che questi bonus sembrano aumentare nel tempo: un altro creatore con 24.000 follower su Instagram ha recentemente ricevuto 8.500 dollari per 9,28 milioni di visualizzazioni.

 

In conclusione, non sembrano esserci regole fisse su come gli importi dei pagamenti corrispondano al conteggio dei follower. Instagram ha solo dichiarato: “Stiamo continuando a testare i pagamenti man mano che li estendiamo a più creatori, e ci aspettiamo che gli importi fluttuino nella fase iniziale".

 

TikTok, che prima di Instagram ha visto altri due competitor (Snapchat e YouTube con Shorts) fare altrettanto, pare comunque non preoccuparsi delle generose mance elargite per provare a prendersi la leadership nel settore, e lo scorso settembre ha annunciato di aver superato il miliardo di utenti attivi mensili.

 

Perché, bonus o meno, il format è stato centrale per l’app cinese come lo è la monetizzazione dei contenuti, e gli altri seppur con mezzi economici maggiori stanno ancora rincorrendo l'app nata dalle ceneri di musical.ly. E non la "raggiungeranno" comunque, almeno a breve, poiché "il primo amore non si scorda mai"...