Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
    • Ricette
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 16 giugno 2021 - Aggiornato alle 15:30
Live
  • 22:00 | TIM e Lega Serie A hanno rinnovato l’accordo di sponsorizzazione fino al 2024
  • 15:30 | “Parallel Worlds” è il primo disco di Fabrice Pascal Quagliotti, l’intervista
  • 14:19 | 3 curiosità che non sapevi su Courtney Cox
  • 14:15 | Luca Marinelli e Alessandro Borghi tornano a recitare insieme
  • 14:14 | Emma Stone, tutti i film dell'attrice
  • 14:08 | Corbezzolo: proprietà e utilizzo del frutto
  • 14:03 | Ll'incontro tra Putin e Biden a Ginevra
  • 14:00 | La storia di Zaky, studente a Bologna, incarcerato in Egitto
  • 13:59 | Nomi maschili: eccone alcuni tra i più bizzarri
  • 13:51 | Festa a tema Hollywood: cosa non deve mancare
  • 13:32 | Le donne che hanno vinto il Nobel
  • 12:58 | Marco Mengoni, nuovo singolo e due concerti negli stadi
  • 12:40 | I Negrita tornano con "La Teatrale Summer Tour": tutte le date live
  • 12:19 | Piano City Milano, il programma e gli artisti della decima edizione
  • 11:42 | The Beach Boys, in arrivo un cofanetto con 5 cd e 108 inediti
  • 11:30 | Brandy: cos'è e come prepararlo
  • 10:11 | De Paul vicinissimo all’Atletico Madrid
  • 10:02 | La chiusura dei procedimenti giudiziari contro i marò, in India
  • 09:50 | Come funzionano gli esami di maturità di quest'anno
  • 08:42 | Festa compleanno: idee e ricette per menù a base di pesce
Su Instagram ora sono disponibili i pronomi di genere Instagram - Credit: Le nuove opzioni dei pronomi per i profili
SOCIAL NETWORK 13 maggio 2021

Su Instagram ora sono disponibili i pronomi di genere

di Federico Bandirali

Sul social arriva un nuovo elemento utile agli utenti per identificarsi meglio nel proprio profilo

 

 

 

 

Instagram ha iniziato a dare ai propri utenti la possibilità di definire i rispettivi pronomi di genere – con un massimo di quattro per account – in una sezione apposita del profilo, con un massimo di quattro e lasciando scegliere se farli visualizzare pubblicamente o soltanto ai loro follower.

Il lancio globale è iniziato il 12 maggio 2021, e nel volgere di poche ore quanti intendono utilizzare la novità dovrebbero avere facoltà di farlo.

 

- LEGGI ANCHE: Instagram, in arrivo una nuova versione per i minori di 13 anni

- E ANCHE: Su Instagram gli adulti non potranno più inviare messaggi ai minori

 

Sui social, generalmente leggere pronomi come lui, lei, loro, e simili (anche in inglese) è normalità quando si visualizzano le bio di altri utenti utili a definire il genere a cui appartengono le persone: maschile, femminile o non indicato.

 

Gli utenti di Instagram possono quindi compilare un modulo per aggiungere un pronome, se non è già disponibile tra quelli definiti, o semplicemente aggiungerlo alla loro biografia. Il social guidato da Adam Mosseri ha però comunicato che la novità è disponibile in “pochi paesi”, senza specificare quanti e quali.

 

Interessante notare come Facebook abbia consentito agli utenti di definire i propri pronomi dal 2014, sebbene la funzione limitasse le persone a "lui / lui, lei / lei e loro / loro". Una storia che si ripete sempre a Menlo Park, con la differenza che Instagram offrirà più opzioni.

 

La soluzione risponde infine alla necessità degli utenti con orientamento sessuale diverso dallo stereotipo del genere a cui appartengono biologicamente, consentendo loro di far vedere anche sul social quello che desiderano essere ed apparire, senza che sia la piattaforma a farlo per loro.

I più visti

Leggi tutto su News