Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 23 settembre 2021 - Aggiornato alle 19:00
News
  • 18:30 | Le foto di Robert Doisneau esposte a Rovigo
  • 16:38 | Rincaro bollette, le mosse del governo per ridurre l’impatto
  • 15:00 | Draghi: il governo non aumenterà le tasse, momento per dare non prendere
  • 14:30 | Vaccini, perché le prime dosi sono aumentate nell’ultima settimana
  • 14:29 | A Tokyo una libreria dedicata allo scrittore Haruki Murakami
  • 14:26 | Come sarà il clima nelle città italiane alla fine di questo secolo
  • 12:45 | Ad Art Basel 2021 artisti e opere di alto livello
  • 11:48 | Gli Usa hanno autorizzato la terza dose per gli over 65
  • 11:45 | Il Milan vince e riaggancia l’Inter
  • 11:40 | La prima vittoria in campionato per la Juventus
  • 10:12 | 7 cose da fare e da vedere a Ivrea
  • 09:40 | Nuova power unit per Leclerc, partirà ultimo in Russia
  • 06:30 | Elezioni federali in Germania: le cose da sapere
  • 06:05 | Il green pass in parlamento e le altre notizie sulle prime pagine
  • 06:01 | Basket, Scola a Varese non sarà solo il nuovo amministratore delegato
  • 03:23 | Green pass obbligatorio sul luogo di lavoro: le cose da sapere
  • 19:50 | MotoGP 2021, Zarco operato al braccio destro: ci sarà ad Austin
  • 19:25 | SBK 2021, programma e orari del GP di Spagna a Jerez
  • 19:00 | Covid, 3.970 nuovi casi con l'1,4% di positività
  • 18:25 | Assemblea generale dell’Onu, preoccupati per il futuro del mondo
“IO”, l’app per accedere ai servizi della Pubblica amministrazione - Credit: Screenshot IO dal Play Store di Google
TECNOLOGIA E BUROCRAZIA 23 aprile 2020

“IO”, l’app per accedere ai servizi della Pubblica amministrazione

di Federico Bandirali

Già scaricabile, per il momento è in versione “beta”. Rivoluzionerà il rapporto cittadini-P.a

Lunedì 20 aprile, chiaramente in sordina mentre impazzava il dibattito sull’app di ‘contact tracing’ “Immuni” centrale nella “Fase 2” dell’emergenza coronavirus, è stata rilasciata sia per iOS che per Android “IO”.

Il nome, forse, dice poco. Ma, quando a regime, la nuova app del governo sviluppata dalla società pubblica PagoPA, rivoluzionerà, almeno nelle intenzioni, il modo in cui ci si interfaccerà con la Pubblica amministrazione e i servizi che eroga.

 

LEGGI ANCHE:

- Coronavirus: come funziona Immuni, l'app italiana per tracciare i contagi

- Coronavirus, Immuni ha un’app rivale: Sm-Covid-19

- Le rassicurazioni di Arcuri su Immuni: “Volontaria e anonima"

- Gli ultimi aggiornamenti sul coronavirus

 

O, come si legge nella descrizione sugli store virtuali, diventerà “un unico punto di accesso per interagire in modo semplice e sicuro con i servizi pubblici locali e nazionali, direttamente dal tuo smartphone”.

 

Per ora, l’app è scaricabile solo in versione Beta, ovvero sperimentale, ma è già scaricabile ed utilizzabile per accedere ai servizi pubblici. Come, ad esempio (ma non per ora) pagare le tasse e i vari tributi o richiedere prestazioni comunicando in modo nuovo e rapido con i servizi della Pubblica amministrazione.

 

Al momento, però, “IO”, risulta sostanzialmente inutile, perché i servizi inclusi nell’app al momento sono pochissimi, ma includeranno anche notifiche relative alla scadenza di documenti, iscrizione digitale dei figli a scuola, pagamenti delle mense scolastiche e tante altre funzioni davvero utili.

 

Però, particolare non da poco, in nome della semplicità è necessario ottenere una sorta di codice Pin identificativo unico (Spid, richiedibile in diversi uffici pubblici) o disporre di una Carta d’identità elettronica -e oggi in Italia sono pochi ad averla – per utilizzare “IO”.

Semplificazione, forse più avanti nel tempo, ma solo dopo aver superato il consueto “scoglio” della burocrazia italiana.  

 

Eppure, nonostante un anno di test, l’annuncio del ministro dell’Innovazione, Paola Pisano, che aveva parlato di lancio entro aprile come previsto, non poteva essere disatteso. Così, dopo sperimentazioni su base territoriale, lo sviluppo di “IO” passa alla prova dei fatti.

 

Iniziando un cammino, non necessariamente brevissimo, che avrà come meta la digitalizzazione quasi totale dei rapporti tra cittadini e Pubbliche amministrazioni. Ma, nonostante l’entusiasmo di rito del vice ministro all’Economia e alle Finanze, Laura Castelli, che su Facebook ha scritto di “un'unica app per poter fare tutto, il futuro è adesso”, prima che lo diventi realmente di tempo ne passerà.

 

Orizzonte temporale previsto per la piena efficienza: stando a quanto si può desumere ora, iniziando a prendere ‘confidenza’ con l’app che inevitabilmente diverrà una costante del nostro futuro, inizio 2022 sembra realistico. Ovvio che se le implementazioni di sorta dovessero richiedere meno tempo nessuno si metterebbe a piangere, anzi…

I più visti

Leggi tutto su News