TimGate
header.weather.state

Oggi 03 luglio 2022 - Aggiornato alle 19:00

 /    /    /  Come sta andando il viaggio di James Webb nell'universo
Come sta andando il viaggio di James Webb nell'universo

- Credit: Flickr.com/photos/nasawebbtelescope (Creative Commons 2.0)

Spazio31 dicembre 2021

Come sta andando il viaggio di James Webb nell'universo

di Roberto Pianta

La missione dell'astronave-telescopio per capire come tutto è iniziato ;

 

Continua il viaggio di James Webb, l'astronave partita dalla Terra per arrivare a riprendere - grazie al suo avveniristico telescopio - le prime galassie nate dopo il Big Bang.

 

James Webb ha superato la Luna e ora si dirige verso il Sole, attorno a cui orbiterà per un bel po'. È stato lanciato il giorno di Natale 2021 su un razzo Ariane 5 dalla base europea nella Guyana francese.

Si tratta del più grande e potente telescopio mai lanciato nello spazio, anzi del più complesso osservatorio scientifico mai realizzato dall'uomo.

La missione è realizzata grazie alla collaborazione fra la Nasa, l'Agenzia spaziale europea (l'Esa) e quella del Canada (Csa). Deve il suo nome - James Webb - al funzionario della Nasa che amministrava l'agenzia negli anni fra 1961 e '68, fino alla vigilia dello sbarco lunare.

 

Ora l'astronave-telescopio deve arrivare al Secondo punto di Lagrange, ossia a un milione e mezzo di chilometri dalla Terra, e da lì orbitare intorno al Sole per anni, osservando l'universo intero.

 

Webb sarà il principale osservatorio del prossimo decennio, al servizio di migliaia di astronomi in tutto il mondo. Studierà ogni fase della storia del nostro universo, dai primi bagliori luminosi dopo il Big Bang alla formazione di sistemi solari in grado di sostenere la vita su pianeti come è accaduto alla Terra. Osserverà le stelle neonate, come erano miliardi di anni fa, all'inizio del tempo.

 

Rispetto al suo predecessore - il telescopio spaziale Hubble, lanciato nel 1990 in orbita attorno alla Terra - Webb è ovviamente assai più evoluto. Trasporta strumenti scientifici all'avanguardia che all'epoca del lancio di Hubble non esistevano: per esempio i rivelatori infrarossi, altamente sensibili e a una risoluzione senza precedenti.
Insomma, Webb può catturare immagini di galassie lontanissime, come Hubble non avrebbe mai potuto fare.

 

James Webb funzionerà per un periodo imprecisato fra 5 e 12 anni. Salvo imprevisti, non troverà prove dell'esistenza di altre forme di vita nell'universo. Ma di sicuro farà parecchie scoperte scientifiche. E potrà così insegnarci molte cose su come l'universo è cominciato.