TimGate
header.weather.state

Oggi 03 luglio 2022 - Aggiornato alle 01:00

 /    /    /  Microsoft: le dimissioni di Bill Gates dal consiglio di amministrazione
Microsoft: le dimissioni di Bill Gates dal consiglio di amministrazione

Bill Gates- Credit: Aska

TECNOLOGIA16 marzo 2020

Microsoft: le dimissioni di Bill Gates dal consiglio di amministrazione

di Federico Bandirali

Ulteriore passo indietro per dedicare più tempo alle attività filantropiche

Il legame tra Microsoft e suo ex CEO, nonché co-fondatore, Bill Gates, diventa sempre più sottile dopo l’ulteriore passo indietro che ha portato alle dimissioni dal consiglio d’amministrazione del colosso di Redmond. In carica come CEO fino al 2000, Bill Gates si era già defilato rinunciando al ruolo per dedicarsi alla filantropia con la “Bill e Melinda Gates Foundation”.

 

Abbandonate le cariche esecutive nel 2008, ora il magnate statunitense si è fatto ulteriormente da parte sempre per lo stesso motivo, almeno stando alle dichiarazioni ufficiali.

Nel comunicato stampa che ha rivelato la notizia, si può leggere come alla base della decisione vi sia il desiderio di “dedicare più tempo alle sue priorità filantropiche”. Il co-fondatore di Microsoft, ad ogni modo, resterà il “consulente tecnologico” dell’attuale CEO di Redmond, Satya Nadella, incarico ricoperto sin dal 2014 proprio su richiesta di Nadella dopo le dimissioni da presidente del consiglio d’amministrazione della società presentate da Gates nel 2014.

 

Nadella ha affidato il suo pensiero nel merito a una dichiarazione scritta: “È stato un grandissimo onore e privilegio aver lavorato e imparato da Bill (Gates, ndr) nel corso degli anni. Bill ha fondato la nostra azienda con la fiducia nella ‘forza democratica del software e la passione per risolvere le sfide più urgenti della società. E Microsoft e il mondo sono migliori per questo”.

 

Aggiungendo come il consiglio di amministrazione abbia ampiamente “beneficiato della sua leadership, e Microsoft continuerà a trarre giovamento dalla costante passione e consulenza tecnica di Gates per sviluppare i nostri prodotti e servizi”

Tuttavia, sebbene Bill Gates sarà ancora coinvolto nelle vicende della sua società in qualità di consulente, questa decisione segna, evidentemente, l’allontanamento più netto dell’ex CEO di Redmond da quando abbandonò l’incarico al vertice della società nel 2000.