TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 08:15

 /    /    /  Per Microsoft ora “Edge è il browser con le migliori prestazioni”
Per Microsoft ora “Edge è il browser con le migliori prestazioni”

- Credit: Rafael Henrique / SOPA Images / IPA / Fotogramma

INTERNET27 maggio 2021

Per Microsoft ora “Edge è il browser con le migliori prestazioni”

di Federico Bandirali

Il colosso di Redmond si è lanciato nella “rivendicazione” riferendosi a Windows 10, senza considerare Chrome

 

Dopo aver introdotto tante novità per “rincorrere” la leadership di Google Chrome, vicino al 70% come quota di mercato, Microsoft ora sta rivendicando lo “scettro” di browser con le migliori prestazioni per il “suo” Edge rinnovato. Il colosso di Redmond, che ha sviluppato nuove funzionalità di Edge con approccio graduale, negli ultimi 12 mesi si è messo al lavoro per velocizzare gli aggiornamenti e migliorare le performance del suo nuovo browser.

 

- LEGGI ANCHE: Microsoft: semplificata la gestione dei siti preferiti su Edge

- E ANCHE: Microsoft Edge e l’integrazione con le “Collezioni” di Pinterest

 

Aggiunte che hanno portato Microsoft ad autoproclamarsi vincitrice nella “guerra dei browser”, sebbene Google continui a lavorare su Chrome in modo da non perdere lo scettro già conquistato. “Microsoft Edge sarà il browser con le migliori prestazioni su Windows 10 quando verrà rilasciata la versione numero 91”, ovvero entro fine maggio 2021, la roboante dichiarazione in un post sul blog del team di sviluppatori di Edge. Versione che velocizzerà e non poco l’avvio e la gestione delle “schede dormienti”.

 

Microsoft ha iniziato a testare la nuova funzione per l’avvio rapido di Edge a marzo, affermando che la novità rende l’apertura del browser fino al 41% rapida. Anche la nuova funzionalità per le schede “dormienti” è apparsa all'inizio del 2021, con l’intenzione migliorare le prestazioni del browser. Edge, infatti, ora rilascia automaticamente le risorse di sistema per le schede inattive, il che aiuta le nuove schede a funzionare meglio senza che il browser consumi memoria e risorse della CPU in background.

 

- LEGGI ANCHE: Microsoft, addio a Internet Explorer dal 15 giugno 2022

- E ANCHE: Microsoft: il brower Edge ha superato i 600 milioni di utenti

 

Il gigante del software sta anche lavorando a una modalità di prestazioni separata per Edge che è attualmente in fase di test. Tutto molto bello, se non fosse che anche Google ha sviluppato Chrome nella medesima direzione con diverse novità studiate appositamente. Difficile però parlare di “guerra” vera e propria, visto che il colosso di Redmond ha recentemente aiutato Google nel migliorare la gestione delle schede, oltre ad altri impegni congiunti relativi all’implementazione della piattaforma Chromium sulla quale poggiano entrambi i browser.