Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
    • Ricette
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 17 giugno 2021 - Aggiornato alle 17:02
Live
  • 14:06 | Defibrillatore cardiaco per Eriksen: ritorno in campo lontano
  • 21:35 | È partita la sperimentazione del nuovo servizio satellitare di TIM
  • 18:09 | Frasi stato Whatsapp: idee per frasi belle da mettere
  • 16:41 | Cosa prevede il Decreto Legge Riaperture
  • 15:28 | Hamilton analizza i problemi della Mercedes
  • 15:16 | La politica internazionale dopo l'incontro tra Biden e Putin
  • 15:10 | Francia, mascherine non più obbligatorie quando si sta all’aperto
  • 14:47 | Rafa Nadal non giocherà né Wimbledon né le Olimpiadi
  • 14:47 | Lisa Kudrow oggi, che fine ha fatto la protagonista di Friends
  • 14:42 | Chi è Ryan Prevedel, una delle star di Tik Tok
  • 14:34 | Podcast e green: 5 podcast italiani che parlano di sostenibilità
  • 14:31 | Russia, Navalny è tornato alla colonia penale di Pokrov
  • 14:23 | Quali sono le città italiane in cui si respira meglio?
  • 14:17 | Il principe Harry è un padre perfetto
  • 14:15 | Età gatti: come calcolarla e come calcolarla in anni umani
  • 14:10 | Musica matrimonio: i generi più amati
  • 14:04 | Registe donne più famose al mondo
  • 13:03 | “Dune” in anteprima mondiale alla Mostra di Venezia
  • 13:00 | La storia di Zaky, studente a Bologna, incarcerato in Egitto
  • 12:40 | Orlando Bloom e Katy Perry in vacanza a Venezia
Microsoft: rilevati attacchi hacker per “rubare” i vaccini anti Covid - Credit: Kevin Ku / Unsplash
CORONAVIRUS 14 novembre 2020

Microsoft: rilevati attacchi hacker per “rubare” i vaccini anti Covid

di Redazione

Condotti da collettivi russi e nordcoreani sostenuti dai rispettivi governi. Nel mirino farmaceutiche e ricercatori

Nelle consuete attività di controllo rispetto a quanto succede in Rete, Microsoft ha rilevato e denunciato con un post sul blog ufficiale come, negli ultimi mesi, collettivi hacker russi e nordcoreani, appoggiati dai rispettivi governi, hanno “attaccato” le tante aziende coinvolte nella ricerca di un vaccino contro la Covid-19 e i ricercatori che si occupano di svilupparli.

Il gigante del software, nel report diffuso, ha comunque riferito come la stragrande maggioranza dei tentativi di rubare informazioni preziose si sono conclusi senza raggiungere l’obiettivo, senza tuttavia specificare se – e in che misura – gli attacchi andati a buon fine hanno “sottratto” alle aziende in questione.

 

- LEGGI ANCHE - Microsoft, iniziativa legale contro la rete criminale Trickbot

- E ANCHE - Le ultime news sul coronavirus, in Italia e nel mondo

 

I cybercriminali hanno messo nel mirino diverse società con sede in Canada, Francia, India, Corea del Sud e Stati Uniti, tutte “direttamente coinvolte nella ricerca di vaccini e trattamenti per la Covid-19” ma in differenti fasi della sperimentazione clinica dei possibili “antidoti”.

 

Il colosso di Redmond, ad ogni modo, è riuscito anche ad individuare con precisione uno dei collettivi hacker parte dell’offensiva, ovvero quello russo noto negli ambiento con il nome di “Fancy Bear”, ovvero agenti dei servizi segreti già “scoperti” dal National Cyber Security Center del Regno Unito, che nel luglio scorso si erano resi responsabili di offensive contro i gruppi di ricerca britannici.

 

Inoltre, Microsoft ha “scoperto” le offensive di un gruppo nordcoreano “Lazarus” e un altro ribattezzato dalla stessa società “Cerium”, identificato come attivo per la prima volta. Nella maggior parte dei casi gli hacker hanno cercato di impossessarsi delle credenziali di accesso alle Reti informatiche private del personale delle aziende interessate.

 

I membri di “Lazarus”, per raggiungere lo scopo, si sono spacciati per addetti al reclutamento di altre aziende, mentre “Cerium” ha agito con email “esca” inviate da finti esponenti dell’Organizzazione Mondiale della Sanita (OMS). 

I più visti

Leggi tutto su News