TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 03:00

 /    /    /  Su Microsoft Teams ogni app si aprirà una finestra diversa
Su Microsoft Teams ogni app si aprirà in una nuova finestra

- Credit: Compare Fibre / Unsplash

APP19 dicembre 2020

Su Microsoft Teams ogni app si aprirà in una nuova finestra

di Redazione

Consentendo a chi si collega da desktop di lavorare su più applicazioni contemporaneamente

Microsoft continua a implementare la piattaforma di videoconferenze e collaborazione in ambito lavorativo e scolastico Teams, anche se dopo aggiornamenti sostanziali l’ultima novità per il servizio va incontro alle esigenze di alcuni utenti, senza modifiche sostanziali nella dinamica di funzionamento di Teams, cresciuto esponenzialmente nel 2020 per via della pandemia. Come detto, la miglioria in questione è piccola ma utile per chi deve fare più cose contemporaneamente con un PC davanti, offrendo la possibilità di aprire e di conseguenza gestire ogni app aggiuntiva in una finestra separata.

 

- LEGGI ANCHE - Su Microsoft Teams disponibili app di terze parti per le riunioni

- E ANCHE - Microsoft Teams: in arrivo le riunioni gratuite senza limiti di tempo

 

Nel dettaglio, come evidenziato sul sito “Windows Latest”, tra le opzioni per ciascuna app aggiuntiva – ad esempio To Do – appare una nuova possibilità (ribattezzata “Pop out app”, che quando selezionata permette di aprire le applicazioni aggiuntive in finestre slegate da quella principale, con l’aggiornamento in arrivo a breve per tutti gli utenti.

 

La nuova opzione, ovviamente, non interesserà l’app di Microsoft Teams per dispositivi mobili, essendo rivolta a chi la utilizza da desktop, sia con sistema operativo Windows 10 che con device Apple (MacOS).

 

- LEGGI ANCHE - Microsoft Teams porterà le videoconferenze in caffetteria

- E ANCHE - Microsoft Teams ha superato i 115 milioni di utenti attivi al giorno

 

Inoltre, rispetto alla didattica a distanza, il colosso di Redmond ha iniziato a mettere a disposizione una sorta di registro delle presenze che i docenti possono scaricare direttamente dalla schermata con cui gestiscono le lezioni.

 

La novità in questione sarà implementata e migliorata nel 2021, con l’aggiunta di informazioni più dettagliate che potrebbero comparire insieme ad un altro aggiornamento atteso per l’anno nuovo che permetterà di condividere le mail ricevute e inviate con il client di Microsoft Outlook durante le videoconferenze.