Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 11 luglio 2020 - Aggiornato alle 05:00
Live
  • 20:16 | Jay-Z ha firmato una partnership con il Milan (e annuncia grandi sorprese)
  • 19:54 | Insalata acciughe e arance
  • 19:48 | Francesca Michielin live al festival di Stella McCartney, ecco il video
  • 19:00 | Le vacanze di Kate, William e dei principini
  • 18:45 | La Ferrari correrà il GP numero 1000 della storia al Mugello
  • 18:00 | Che cosa pensano gli italiani di Immuni
  • 17:30 | Sarri: 'L'Atalanta è come dal dentista , sai che farà male'
  • 17:22 | Mariah Carey svela tutti i suoi segreti in un libro autobiografico
  • 17:15 | Meghan Markle e il primo impegno con Michelle Obama
  • 17:10 | Conte: "Prorogheremo lo stato d'emergenza"
  • 16:55 | Istanbul, Santa Sofia sarà trasformata in moschea
  • 16:30 | Coronavirus: il punto sulla pandemia
  • 16:28 | Perché la Consulta ha bocciato una parte del decreto sicurezza
  • 16:17 | F1 2020, ecco la Deluxe Schumacher Edition
  • 16:14 | La misteriosa morte del sindaco di Seoul
  • 15:56 | Inzaghi: Condizionati da infortuni e sviste, serve spensieratezza
  • 15:51 | La Juventus ci riprova per Zaniolo
  • 14:47 | La playlist con le Nuove Uscite della settimana su TIMMUSIC
  • 14:21 | Arredamento 2020, gli accessori più venduti
  • 14:05 | Champions ed Europa League a porte chiuse
Microsoft Teams: in arrivo la nuova app per utenti privati Il look dell'app Teams in versione "beta" - Credit: Sito ufficiale Microsoft
APP 25 giugno 2020

Microsoft Teams: in arrivo la nuova app per utenti privati

di Federico Bandirali

La piattaforma di Redmond esce dal mondo aziendale: novità per iPhone e Android

 

La “nuova” sfida per le big tech statunitensi, evidentemente, riguarda lo sviluppo di sistemi per le videoconferenze dopo che, a causa della pandemia da coronavirus e dei conseguenti lockdown, Zoom è cresciuta a dismisura diventando la piattaforma per videochiamate per eccellenza passando da poco meno di 10 milioni di utenti a quasi 300 milioni.

Ovviamente, la “rincorsa” è partita subito, con Google a introdurre sempre più novità sia nell’app “business oriented” Meet che in quella più “privata”, ovvero Google Duo.

 

LEGGI ANCHE - Zoom è stata l’app più scaricata al mondo ad aprile

- E ANCHE - Google Duo ha aggiunto i link d’invito alle videochiamate di gruppo

 

Anche Facebook ha rilanciato con le Stanze su Messenger ma la rincorsa è diventata a due, con Google Meet da una parte e Microsoft Teams dall’altra.

 

- LEGGI ANCHE - Google Hangouts Meet cambia nome: ora è solo Google Meet

- E ANCHE - Google Meet: basterà Gmail per avviare videoconferenze su iPhone e Android

 

Proprio Teams, seguendo un po’ il percorso di Meet, ora punta a scrollarsi di dosso la nomea di soluzione esclusivamente per le aziende, aprendo le porte agli utenti “semplici” e ai tanti professionisti che si sono ritrovati nelle condizioni di dover lavorare da casa.

 

- LEGGI ANCHE - Microsoft Teams: nuove funzionalità gratuite per le videochiamate

 

Ora però il colosso di Redmond ha deciso di calare il jolly, annunciando il lancio in anteprima di nuove versioni gratuite di Teams per iPhone e smartphone Android.

Obiettivo? Conquistare tutti coloro che desiderano un’applicazione capace di offrire qualcosa in più delle sole chat in mobilità, testuali o video che siano.

 

Teams, creato pensando alle necessità delle piccole e medie imprese, con il tempo si era proposto come rivale di un’altra app “business oriented” come Slack, vedendo poi arrivare anche Signal (scelto dalla Commissione europea per le “comunicazioni interne”) quale ennesimo rivale.

 

La parte dedicata alle videochiamate, però, ha cambiato le carte in tavola, al punto da far “declassare” Skype a semplice strumento per videochiamate “rapide” e per organizzare meeting nel web senza che sia necessario creare un account Microsoft, con Teams ad “ereditare” il ruolo di Skype con tante migliorie.

 

In breve tempo, infatti, Teams si è riproposto come piattaforma per videoconferenze qualitativamente impeccabili, con diversi integrazioni in poco più di due mesi che stanno “rubando” utenti a Zoom, già costretta a guardarsi dall’agguerrita concorrenza di Google Meet, temibile come la creatura del colosso di Redmond al punto da convincere la piattaforma a introdurre la crittografia end-to-end (E2E) per tutti gli utenti dopo averla presentata come “esclusiva” per quelli paganti.

 

- LEGGI ANCHE - Zoom ci ripensa: crittografia end-to-end per tutti gli utenti

 

 

Lanciando la nuova versione di Teams per dispositivi mobili, che sarà gratuita per gli utenti privati e incentrata su un utilizzo più “intimo” che lavorativo, Microsoft proporrà sia le classiche chat con solo testo che le videoconferenze, oltre a funzioni per la condivisione avanzata di documenti e della localizzazione (come su WhatsApp) in tempo reale e altre funzionalità di minor rilievo.

 

Il tutto con standard di sicurezza elevatissimi, che includono ovviamente l’autenticazione a due fattori e la sempreverde e richiestissima crittografia E2E.

 

La versione per utenti conumer del nuovo Teams è stata resa disponibile da martedì 23 giugno, ma per poterla scaricare e installare servirà ancora un po’ di tempo, a seconda della non meglio definita “distribuzione graduale” che verosimilmente richiederà qualche settimana.

 

Con la possibilità per tutti gli utenti e non solo per quelli con un account aziendale di sfruttare le nuove funzionalità con quello Microsoft personale, mentre l’app rinnovata presentata in anteprima comparirà progressivamente sia sull’App Store che nel Google Play Store.

Leggi tutto su News