TimGate
header.weather.state

Oggi 14 agosto 2022 - Aggiornato alle 07:00

 /    /    /  Microsoft, avviati i test per aggiungere un feed RSS
Microsoft Edge, avviati i test per aggiungere un feed RSS

- Credit: Bench Accounting / Unsplash

TECNOLOGIA27 dicembre 2021

Microsoft Edge, avviati i test per aggiungere un feed RSS

di Antimo Califfi

Il browser potrebbe ricevere una nuova funzionalità già tornata su Chrome, esaudendo le richieste degli utenti

I feed RSS, stranamente ma evidentemente, dopo un declino sono tornati imprescindibili nell’ecosistema digitale su Internet. Nonostante sia stata più volte affossata - o almeno queste erano le intenzioni - dalle big tech che l’avevano introdotta, spingendo verso soluzioni nuove e innovative per quanto concerne funzionamento e personalizzazione, poggiando su algoritmi e profilazione degli utenti, la “risposta” della Rete è andata sempre nella direzione opposta, anche dopo anni di sforzi. Microsoft, consapevole della realtà attuale e sempre intenzionata a conquistare gli utenti con il suo browser basato su chromium “Edge”, sta dunque sviluppando una nuova funzione dedicata per il suo “navigatore della Rete”.

 

Ribattezzata “Follow”, al momento la novità sta venendo testata dagli sviluppatori ed è progettata per computer con sistema operativo Windows, restando dunque utilizzabile da una nicchia selezionata di persone. Quando si visita un sito Internet o si desidera ricevere aggiornamenti quasi in tempo reale su nuovi contenuti appena pubblicato, Follow consente la registrazione nel suo feed di quanto in oggetto grazie ad un nuovo pulsante all’interno del menu “Raccolte”.

 

- LEGGI ANCHE - Il browser Microsoft Edge è ora disponibile per Linux

- E ANCHE - Per Microsoft ora “Edge è il browser con le migliori prestazioni”

 

I tempi di rilascio per tutti trattandosi di una soluzione sperimentale non sono noti, e il colosso di Redmond proprio in relazione ai risultati dei test potrebbe modificare la funzionalità. Dimostrando comunque interesse per una caratteristica che, invece, è stata reintrodotta su Chrome da Google.