TimGate
header.weather.state

Oggi 24 maggio 2022 - Aggiornato alle 10:54

 /    /    /  Il “nuovo” social lanciato da Donald Trump è già offline
Il “nuovo” social lanciato da Donald Trump è già offline

Donald Trump- Credit: MPNC / IPA / Fotogramma

TECNOLOGIA E POLITICA03 giugno 2021

Il “nuovo” social lanciato da Donald Trump è già offline

di Federico Bandirali

“Form the Desk of Donald Trump”, ovvero un semplice blog, tale è rimasto. Storia di un fallimento annunciato

L’ex presidente statunitense Donald Trump, è cosa nota, non è solito darsi per vinto: che si tratti di risultati delle elezioni da contestare innescando sommosse popolari mai viste nella storia della democrazia occidentale o di battaglie personali contro, ad esempio, i social network, poco cambia. Dopo essere statp "bannato" da tutte le principali piattaforme social a vita o a tempo indeterminato per via dell'assalto al Congresso Usa del 6 gennaio 2021, il Tycoon aveva pensato bene di provare a ribaltare la situazione creando uno spazio dove dare spazio alla parte più “estrema” dell’elettorato repubblicano, lanciando “From The Desk of Donald Trump” dalla scrivania di Donald Trump) per accoglierla nel mondo social. Anche se all’esordio era evidentemente poco più di un blog.

 

- LEGGI ANCHE: YouTube ripristinerà il canale di Trump, quando dipenderà da lui

- E ANCHE: Anche Twitch ha bloccato Trump "a tempo indeterminato"

 

Altro obiettivo dell’instancabile Tycoon era rilanciare la propria candidatura in vista delle presidenziali Usa 2024 e tornare così alla Casa Bianca dopo il passaggio di Joe Biden, complementare al primo.

Tuttavia, come altre volte, lo slancio inziale del social di Donald Trump è terminato nel volgere di qualche settimana, ed era ampiamente prevedibile. Nonostante gli squilli di tromba e le roboanti dichiarazioni rispetto a una sorta di guerra con Twitter e Facebook, “From The Desk of Donald Trump” è arrivato al capolinea.

 

- LEGGI ANCHE: Come è cambiato Twitter da quando non c'è più Trump

- E ANCHE: Twitter, senza Trump aumentano anche gli utenti

 

Senza nemmeno scalfire i due social in questione, visto che è rimasto online come semplice blog incapace di catalizzare attenzione “digitale”. Investimento fallito e fine dei giochi onde evitare di sperperare altri dollari, anche se ufficialmente il progetto social del Tycoon non è finito ma solo arrivato al punto di svolta per rilanciare in grande stile.

 

Difficile crederci, visto che il flop è stato fragoroso e nelle abitudini dello staff di Trump, volenti o nolenti, vige l’obbligo di non ammettere mai le sconfitte. Un flop annunciato dal finale scritto in partenza, anche più della sceneggiatura delle presidenziali Usa 2020. Ed era difficile riuscirci in così breve tempo.