Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 07 maggio 2021 - Aggiornato alle 01:00
Live
  • 07:22 | Microsoft elaborerà ed archivierà i dati europei nei Paesi Ue
  • 05:59 | Perché Twitter ha deciso di comprare Scroll
  • 00:01 | SBK 2021, nei test di Aragon Rea abbatte il record della pista
  • 19:53 | Amy Winehouse, esce la raccolta speciale delle sue esibizioni più belle
  • 19:25 | Torna il "Power Hits Estate", tanti artisti live all'Arena di Verona
  • 18:00 | Patate hasselback vegan
  • 17:50 | Le date del tour estivo di Willie Peyote
  • 17:45 | Covid, in Italia altri 258 morti
  • 17:28 | I 60 anni di George Clooney
  • 17:24 | Il 5G come leva per il potenziamento e l’evoluzione del business
  • 17:07 | Serie tv sulla lotta ad Al Capone nella Chicago degli anni 20
  • 17:03 | Cosa preparo per cena? Insalata con cetrioli, pomodori e feta
  • 16:46 | Gli Uffizi vietano la condivisione di foto sui social
  • 16:41 | Nick Kamen, il toccante ricordo di Madonna e dei Duran Duran
  • 16:38 | Su Netflix una nuova commedia su tre figli viziati e superficiali
  • 16:21 | Il vaccino Moderna è efficace contro le varianti più aggressive
  • 16:18 | In asta da Sotheby's nuove opere di Modigliani e di Mirò
  • 16:17 | Conseguenze Brexit: sfida in mare intorno all'isola di Jersey
  • 16:00 | Scozia, perché sono così importanti queste elezioni
  • 16:00 | Observer: System Redux sarà disponibile dal 16 luglio
La prima casa “stampata” in 3D abitata, in Olanda - Credit: Science in HD
INNOVAZIONE 4 maggio 2021

La prima casa “stampata” in 3D abitata, in Olanda

di Federico Bandirali

Realizzata con 2 anni di ritardo è novità assoluta. In Italia c’è un’iniziativa unendo innovazione e sostenibilità

Come noto, la tecnologia collegata alle stampanti 3D ha aperto, da tempo, il suo utilizzo in diversi settori, tra i quali figura anche l’edilizia.

In questo caso, come riportato dal quotidiano britannico The Guardian, un riscontro tangibile in tal senso arriva direttamente dai Paesi Bassi, dove è stata realizzata la prima casa in Europa di questo genere, abitata da una coppia. La nuova dimora di Harrie Dekker e Elize Lutz, però, è quantomeno fuori dal comune rispetto a quanto offre il tradizionale mercato del settore immobiliare, visto che arriva non da cantieri ma da una stampa.

 

Costruita a Borsijk, località nei pressi di Eindohven, a curarne la realizzazione è stata l’impresa edile (sui generis) Saint-Gobain Weber Beamix. Grande 94 metri quadrati all’esterno, la sua edificazione è stata resa possibile in virtù della collaborazione tra la società e l’Università di Tecnologia locale (Eindhoven University of Technology).

 

Il tutto all’interno del progetto dal nome in codice “Project Milestone”. Per i puntuali e precisi olandesi, ovvero il Paese che più di tutti ha cercato di affondare l’allora Recovery Fund e poi diventato Next Generation EU, qualcosa sorprende oltre alla novità, più che altro interessante.

 

Infatti, rispetto ai tempi di consegna stimati, il ritardo accumulato ha superato i due anni. La costruzione entro il 2019 sarebbe slittata per non meglio precisati problemi architettonici relativi alle mura esterne. Tipologia di problemi buona per tutte le occasioni, evidentemente anche nell’ineffabile Olanda, Paese esempio per le libertà individuali ma non modello di efficienza come molti impropriamente pensano.

 

Tornando alla casa, la sua costruzione ha dapprima comportato la stampa in 3D in una struttura capace di contenere la mastodontica stampante utilizzata per lo scopo, e poi quanto generato è stato portato sull’area prescelta venendo per posa e completamento con infissi e altre finiture.

 

Progetti simili sono allo studio anche in Italia e non rappresentano una novità senza precedenti, ma nessuno è giunto alla meta nonostante gli obiettivi siano chiaramente votati all’ecosostenibilità nell’edificazione che potrebbe rivoluzionare il settore.

 

Mentre, quella olandese al momento non è stata venduta bensì affittata, dietro pagamenti di affitto pari a 800 euro, con la coppia che la occupa scelta al termine di un lungo processo di selezione aperto da un Bando online. Tutto nel futuro, insomma, ammesso che le fondamenta reggano il logorio che il tempo porta con sé. Possibile, probabile, ma non sicuro.

I più visti

Leggi tutto su News