TimGate
header.weather.state

Oggi 25 settembre 2022 - Aggiornato alle 13:00

 /    /    /  La Russia lascerà la Stazione Spaziale Internazionale dopo il 2024
La Russia lascerà la Stazione Spaziale Internazionale dopo il 2024

L'ISS- Credit: NASA / Unsplash

SPAZIO26 luglio 2022

La Russia lascerà la Stazione Spaziale Internazionale dopo il 2024

di Samuele Ghidini

A comunicarlo il nuovo direttore dell'agenzia aereospaziale dopo un presunto incontro con il presidente Vladimir Putin

In una fase in cui il contesto globale e, nello specifico, il conflitto in Ucraina, ha creato incertezze rispetto al futuro delle collaborazioni aereospaziali tra le diverse nazioni, la Russia ha annunciato e ribadito la decisione che porterà alla conclusione della partnership relativa alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) dopo il 2024, stando a quanto riferito dall'agenzia stampa di stato TASS.

 

Yuri Borisov, nuovo capo dell'autorità aereospaziale Roscosmos, ha comunicato ufficialmente la scelta dopo un colloquio con il presidente russo Vladimir Putin, spiegando: 'Naturalmente, adempiremo a tutti i nostri obblighi verso nostri attuali partner, ma la decisione di lasciare l'ISS dopo il 2024 è irrevocabile'.

 

Una notizia che conferma quanto già annunciato dall'ex numero uno del Roscosmos, Dmitry Rogozin, che aveva apertamente discusso della possibilità che la Russia uscisse dall'accordo sulla ISS per via delle forti tensioni con gli Usa. Rogozin, in passato, si era lasciato andare a minacce velate dopo le sanzioni imposte alla Russia rispetto alla collaborazione con l'ISS nei confronti della Nasa, che di fatto non ha commentato la novità adducendo come motivo la mancata comunicazione ufficiale russa.

 

- LEGGI ANCHE - Perché la Russia non collaborerà più con l’ISS

- E ANCHE - La Russia realizzerà una propria Stazione Spaziale entro il 2025

 

Come precedentemente emerso, poi, l'agenzia TASS sostiene che il Roscosmos si focalizzerà sulla 'costruzione' della Russian Orbital Service Station (ROSS), una stazione spaziale al 100% russa di cui, invero, non si sa molto.