• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 23 gennaio 2022 - Aggiornato alle 01:00
News
  • 23:59 | Il Napoli ha scelto il suo prossimo terzino sinistro: Mathias Olivera
  • 20:39 | Dzeko regala il successo all'Inter al 90': 2-1 al Venezia
  • 20:23 | Economia, crisi da Covid: il nuovo decreto sostegni
  • 19:12 | Basket, Serie A: rinviata anche Treviso-Milano causa Covid
  • 19:08 | Il Van Gogh Museum diventa un beauty center
  • 19:01 | È morto Gianni Di Marzio. Scoprì Maradona e CR7
  • 18:55 | Balotelli potrebbe tornare in Nazionale per i playoff
  • 18:07 | Goggia show a Cortina, vince ancora in Coppa del Mondo
  • 18:03 | MotoGP 2022: KTM presenterà online la nuova moto
  • 17:57 | Fiorentina a Cagliari, non convocato Vlahovic
  • 17:50 | Covid, i dati del 22 gennaio: tasso di positività al 16,4%
  • 17:11 | Covid, Fiorentina partita in ritardo per Cagliari
  • 17:04 | Genoa-Udinese 0-0, parte con un pari l'avventura Blessin
  • 16:45 | Nel Venezia nessun positivo: con l'Inter si gioca regolarmente
  • 16:43 | Giampaolo: 'Torno in un ambiente familiare'
  • 16:33 | Mourinho: 'Mercato finisce tra 10 giorni ma non mi aspetto nulla.
  • 13:40 | Australian Open, anche Sinner si qualifica agli ottavi
  • 11:58 | Cosa sappiamo sulla peste suina in Liguria e Piemonte
  • 11:36 | L'Irlanda ha eliminato quasi tutte le restrizioni
  • 11:19 | La curva dei contagi comincia a stabilizzarsi
Scozia, riconoscimento facciale per pagare la mensa scolastica - Credit: Sven Hoppe / IPA / Fotogramma
TECNOLOGIA 20 ottobre 2021

Scozia, riconoscimento facciale per pagare la mensa scolastica

di Federico Bandirali

In nove istituti, come misura per evitare assembramenti. Ecco vantaggi e rischi dell’utilizzo del sistema per minorenni

Dopo il lancio del riconoscimento facciale per pagare i biglietti della metropolitana di Mosca di metà ottobre 2021, come riferisce il Financial Times la medesima soluzione sarà utilizzata per i pagamenti della mensa scolastica in nove scuole scozzesi.

Come per la Metromos, però, la novità è stata accolta tra dubbi e perplessità legate alla privacy, poiché la tecnologia per funzionare archivia i dati biometrici di minorenni.

 

Il sistema, già attivo, presenta anche evidenti benefici stante il diverso uso dei dati da parte di Scozia e Russia, consentendo di eliminare o comunque limitare le code in refettorio visto il perdurare della pandemia da Covid-19 e la conseguente necessità di evitare assembramenti.

 

- LEGGI ANCHE - In Cina scansione facciale per chi compra una sim

- E ANCHE - Coronavirus: in Cina arriva il riconoscimento facciale con mascherina

 

Secondo la società che ha realizzato e installato la tecnologia (CRB Cunninghams), con la novità introdotta si passerà a 5 secondi per servire ogni alunno, arrivando a mille in meno di mezz'ora. Sul sito, inoltre, è spiegata la dinamica di funzionamento del sistema: avvicinandosi all’apposita fotocamera, lo studente viene riconosciuto e confrontato con la sua “firma digitale”. Ovvero i tratti del volto archiviati con tanto di crittografia in dei server, eliminati una volta che il giovane in questione lascia l’istituto.

 

Secondo quanto affermato dal North Ayrshire Council il 97% dei genitori ha prestato il consenso, ma alcuni lo hanno fatto dicendo di non aver ricevuto informazioni complete ed esaustive. Non un problema insormontabile, visto che per cancellare i dati e passare all’autenticazione con codice PIN basta presentare apposita richiesta. O, almeno, questo è quello che c’è scritto sul foglio illustrativo inviato ai genitori degli alunni in questione.

 

Una mossa forse eccessiva, che se applicata in altri contesti ha senso ma spinge verso l’uso indiscriminato del riconoscimento facciale, senza che più nessuno si curi davvero della propria privacy.

I più visti

Leggi tutto su News