Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 08 dicembre 2021 - Aggiornato alle 16:06
News
  • 11:14 | Addio Angela: in Germania inizia l'era Olaf
  • 10:54 | "La situazione pandemica in Europa è molto grave"
  • 10:46 | Ema ed Ecdc hanno approvato la vaccinazione eterologa
  • 10:36 | L’Atalanta sfida il Villarreal per gli ottavi
  • 10:24 | Sainz traccia il primo bilancio dopo un anno in Ferrari
  • 10:17 | Il monologo sugli uomini di Federica Pellegrini alle Iene
  • 10:15 | L’Europa e l’obbligo vaccinale
  • 10:01 | L’esonero di Luca Gotti
  • 09:23 | Partite così contro il Real possono far crescere l'Inter
  • 09:00 | Patrick Zaki sarà scarcerato ma non è stato assolto
  • 07:00 | Mattarella alla Scala, il vertice Biden-Putin e le altre notizie in prima pagina
  • 23:58 | Valentino Rossi e Tony Cairoli saranno ricevuti da Mattarella
  • 23:25 | Il Milan è fuori dall’Europa
  • 22:32 | Basket, EuroCup: la Reyer Venezia cede in casa contro il Valencia 67-81
  • 19:35 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 18:30 | Bansky offre 10 milioni di sterline al carcere di Reading
  • 17:09 | Atalanta-Villarreal, Gasperini: 'Un solo obiettivo, vincere'
  • 17:08 | Allegri vara il turnover, poi 'priorità al campionato'
  • 17:00 | Covid, i dati del 7 dicembre: tasso di positività al 2,3%
  • 16:56 | Quattro opere d’eccezione per il Natale d’arte a Milano
Scozia, riconoscimento facciale per pagare la mensa scolastica - Credit: Sven Hoppe / IPA / Fotogramma
TECNOLOGIA 20 ottobre 2021

Scozia, riconoscimento facciale per pagare la mensa scolastica

di Federico Bandirali

In nove istituti, come misura per evitare assembramenti. Ecco vantaggi e rischi dell’utilizzo del sistema per minorenni

Dopo il lancio del riconoscimento facciale per pagare i biglietti della metropolitana di Mosca di metà ottobre 2021, come riferisce il Financial Times la medesima soluzione sarà utilizzata per i pagamenti della mensa scolastica in nove scuole scozzesi.

Come per la Metromos, però, la novità è stata accolta tra dubbi e perplessità legate alla privacy, poiché la tecnologia per funzionare archivia i dati biometrici di minorenni.

 

Il sistema, già attivo, presenta anche evidenti benefici stante il diverso uso dei dati da parte di Scozia e Russia, consentendo di eliminare o comunque limitare le code in refettorio visto il perdurare della pandemia da Covid-19 e la conseguente necessità di evitare assembramenti.

 

- LEGGI ANCHE - In Cina scansione facciale per chi compra una sim

- E ANCHE - Coronavirus: in Cina arriva il riconoscimento facciale con mascherina

 

Secondo la società che ha realizzato e installato la tecnologia (CRB Cunninghams), con la novità introdotta si passerà a 5 secondi per servire ogni alunno, arrivando a mille in meno di mezz'ora. Sul sito, inoltre, è spiegata la dinamica di funzionamento del sistema: avvicinandosi all’apposita fotocamera, lo studente viene riconosciuto e confrontato con la sua “firma digitale”. Ovvero i tratti del volto archiviati con tanto di crittografia in dei server, eliminati una volta che il giovane in questione lascia l’istituto.

 

Secondo quanto affermato dal North Ayrshire Council il 97% dei genitori ha prestato il consenso, ma alcuni lo hanno fatto dicendo di non aver ricevuto informazioni complete ed esaustive. Non un problema insormontabile, visto che per cancellare i dati e passare all’autenticazione con codice PIN basta presentare apposita richiesta. O, almeno, questo è quello che c’è scritto sul foglio illustrativo inviato ai genitori degli alunni in questione.

 

Una mossa forse eccessiva, che se applicata in altri contesti ha senso ma spinge verso l’uso indiscriminato del riconoscimento facciale, senza che più nessuno si curi davvero della propria privacy.

I più visti

Leggi tutto su News