• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 23 gennaio 2022 - Aggiornato alle 23:06
News
  • 23:06 | Tra Milan e Juve pareggio senza reti
  • 21:17 | Il problema della conservazione delle opere d’arte
  • 21:15 | Juventus, Chiesa operato al crociato: stagione conclusa
  • 20:35 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 20:29 | Paura per Sofia Goggia, c’è la distorsione al ginocchio
  • 20:13 | Il Napoli celebra Insigne, che eguaglia i gol di Maradona
  • 20:11 | Roma a valanga ad Empoli, 4-2 con doppietta di Abraham
  • 19:36 | Le dimissioni del presidente armeno Sarkissian
  • 19:31 | Cosa ha detto l'Oms sulla fine della pandemia
  • 19:18 | Il poker del Napoli alla Salernitana (4-1)
  • 18:00 | Un Picasso surrealista da record in asta
  • 17:50 | Covid, i dati del 23 gennaio: tasso di positività al 14,9%
  • 17:17 | Napoli poker alla Salernitana, ora è secondo
  • 14:55 | Cagliari-Fiorentina 1-1, gol ed emozioni
  • 14:46 | Quirinale: le regole del governo per far votare i positivi
  • 14:15 | Un’opera di Nicolas Poussin entra nella collezione del Met
  • 14:07 | Barone: 'Vlahovic deve dirci cosa vuole fare'
  • 12:55 | SBK, Chaz Davies allenerà i piloti Ducati nel 2022
  • 12:23 | L’Atalanta decimata strappa un pari alla Lazio
  • 10:42 | Quattro regioni in zona arancione dal 24 gennaio
VIDEO Storia dell’E3
VIDEO PER CONOSCERE

Storia dell’E3

di Alexandro Dipalo

Se siete appassionati di videogiochi, saprete che di recente c’è stato l’E3 2021.

Per tutti quelli che però i videogiochi non li masticano, questa parola non  vuole dire nulla, eppure ogni anno c’è la possibilità di sentirla ripetuta da  qualcuno, nello specifico da siti e influencer che si occupano anche solo di tecnologia in generale.

 

Questo video è per voi amici non videogiocatori, ma anche per chi già sa di cosa sto parlando ma vuole conoscere la storia di questo mega evento che si ripete ogni anno, iniziamo!

 

La parola “E3”, o (in inglese) “E3” se volete usare la pronuncia corretta, sta per Electronic Entertainment Expo, 3 volte la lettera “E”, quindi “E3”.

Si tratta di una delle più importanti manifestazioni relative ai videogiochi  del mondo, le altre sono la Gamescom e il TGS, o Tokyo Game Show.

 

La sua importanza, e quella delle altre manifestazioni, è dovuta al fatto di essere uno dei momenti più attesi dai videogiocatori di tutto il mondo,  perché si tratta dell’evento in cui vengono mostrati tutti i nuovi giochi in sviluppo o uscita per il resto dell’anno e, tendenzialmente, nel primo  semestre dell’anno successivo.

 

Parlo di semestre perché l’E3 si svolge sempre nella prima metà di Giugno, quello di quest’anno per esempio è stato tra il 12 e il 15 e ogni  giornata è dedicata a una o più compagnie che mostrano uno dopo l’altro trailer e gameplay delle prossime uscite, oltre a diverse interviste agli  sviluppatori.

Come molte cose, la storia dell’E3 ha origine prima dell’E3, nello specifico con il CES

Il CES, o Consumer Electronics Show è una fiera, come dice il nome, dedicata all’elettronica di consumo e si svolge fin dal 1967. Più o meno dall’inizio degli anni ‘80, cominciarono a sbucare tra i padiglioni del CES alcuni videogiochi.

 

La cosa proseguì per circa un decennio e poco più, ma anche con l’arrivo di case importantissime come Nintendo e SEGA, con le loro guerre di console di cui magari parleremo prima o poi, i videogiochi facevano fatica ad emergere in mezzo all’immensa quantità di prodotti elettronici che già  c’erano.

 

Nel 1994 nasce la IDSA, ossia la Interactive Digital Software Association, un’associazione per rappresentare e tutelare l’industria dei videogiochi  che richiede uno spazio all’interno del CES dedicato esclusivamente ai  videogiochi.

 

L’11 Maggio del 1995, quindi, si mostra al mondo il primo E3 nel Convention Center di Los Angeles, dove si svolge ancora oggi. Fu un evento incredibile e mai visto prima di allora e servì a dimostrare che i videogiochi erano pronti ad avere uno spazio tutto loro, come dimostrato dai 50.000 partecipanti.

 

Fu anche l’inizio dei grandi colpi di scena dell’E3, momenti che si ripetono ogni anno che lasciano gli spettatori sorpresi e sconvolti grazie ad annunci  improvvisi.

 

Quell’anno ce ne furono ben due, il primo riguardava la presentazione e l’immediata disponibilità del SEGA Saturn, mentre il secondo passò alla  storia con il nome di “299 Dollari”, le uniche due parole pronunciate da Steve Race, presidente della branca americana di Sony, nel suo discorso al  pubblico. Si trattava del prezzo della prima Playstation.

 

Ormai di tempo ne è passato parecchio e ci sono stati diversi cambiamenti, ma di base l’E3 è rimasto quello: un grande momento di scoperta ed emozione.

 

Prendo come esempio proprio l’E3 di quest’anno. Poco fa ho parlato dei colpi di scena e questo E3 non ha fatto eccezione, grazie all’annuncio di  Metroid 5 Dread.

 

Metroid è una serie di videogiochi di Nintendo che attualmente conta 13 giochi. Ora, non vi sto a spiegare perché il nuovo gioco si chiami Metroid 5 nonostante sia il 14esimo, il punto è il suo significato.

Metroid 5 Dread è il sequel diretto di Metroid Fusion, quarto gioco della  serie uscito nel 2002. 

 

Sono passati 19 anni da quel gioco e, di punto in bianco, ecco che viene annunciato un sequel.

 

I fan di tutto il mondo, me compreso, sono impazziti. Non ce lo aspettavamo ed è stata una sorpresa pazzesca, specialmente perché lo  sviluppo di Dread era stato sempre in qualche modo smentito da Nintendo.

 

Quello dei videogiochi è un mondo enorme ed eventi imponenti come l’E3, che ne esaltano il valore, sono estremamente importanti e spero di essere riuscito a passarvi un po’ della mia passione. 

I più visti

Leggi tutto su News