Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie Clicca Qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

menu
Oggi 26 maggio 2020 - Aggiornato alle 21:45
Live
  • 21:45 | Lega, si parte il 13 giugno, chiusura il 26 luglio poi la Coppa
  • 20:34 | Bundesliga, il Bayern passa a Dortmund ed ipoteca il titolo
  • 20:01 | Parmitano: "Non sapevo del virus da novembre"
  • 19:42 | Alessia Marcuzzi e il marito si sarebbero lasciati
  • 19:11 | "One World, One Prayer", il nuovo singolo dei Wailers è su TIMMUSIC
  • 18:53 | Andrea Bocelli ha avuto il coronavirus e ha donato il plasma iperimmune
  • 18:25 | Laura Pausini, il 29 maggio live speciale per beneficenza
  • 18:23 | Il nuovo epicentro del virus è l'America Latina
  • 18:20 | Usa, il ritorno in pubblico di Joe Biden
  • 18:03 | Toni Servillo vince il Nastro d'Argento alla carriera 2020
  • 17:59 | Economia: perché puntare su una ripresa green, parola di medico
  • 17:52 | MotoGP20 è ora disponibile anche su TIMGames
  • 17:42 | Nole Djokovic presenta il suo torneo, l’Adria Tour
  • 17:22 | Lippi: 'A porte chiuse unico modo per riprendere campionato'
  • 17:13 | Le 10 app gratuite più scaricate al mondo durante la pandemia
  • 17:11 | Sibilia: 'Ottimisti su ripartenza serie A'
  • 17:03 | Chi era Jimmy Cobb, leggendario batterista jazz morto a 91 anni
  • 17:01 | Al via la produzione di mascherine nelle carceri
  • 16:00 | La storia di Perfection, calciatore morto di infarto a 21 anni
  • 15:54 | Champions League, quarti in gara secca e Final Four a Istanbul
TikTok e il nuovo CEO “scippato” alla Walt Disney - Credit: iStock
TECNOLOGIA 19 maggio 2020

TikTok e il nuovo CEO “scippato” alla Walt Disney

di Federico Bandirali

Si tratta di Kevin Mayer, scelto per rassicurare gli Usa. Sarà operativo da giugno

TikTok, il social “dei brevi video con effetti speciali” diventato sempre più "virale" nel 2019 tra i giovani e non solo - con una crescita record nella base utenti -, da tempo è comunque nel “mirino” delle autorità statunitensi vista la proprietà cinese (della società ByteDance) e presunti legami diretti con Pechino che ne farebbero un pericolo per la sicurezza nazionale e per la privacy dei cittadini, non solo negli Usa, cambia management.

Proprio per dare delle “risposte” alle accuse della politica, la società ha deciso che, dal primo giugno 2020, il nuovo CEO di TikTok sarà Kevin Mayer. Il nome, ovviamente, dirà poco ai più, ma si tratta dell’ex “top executive” di un colosso come Walt Disney per i servizi in streaming, che nello scorso novembre ha orchestrato alla perfezione il lancio di Disney+ in streaming con conseguente successo a livello commerciale.

 

- LEGGI ANCHE - Coronavirus, su TikTok arrivano gli “sticker per le donazioni”

- E ANCHE - Gli ultimi aggiornamenti sul coronavirus

 

Mayer, oltre a diventare il numero uno di TikTok, entrerà direttamente anche nella società cinese ByteDance in qualità di chief operating officer (direttore operativo).

Una società che conta, più o meno, 60.000 dipendenti sparsi per il globo e che vede il social crescere anche durante la pandemia causata dal coronavirus SARS-CoV-2 con 65 milioni di nuovi download a marzo e 107 milioni ad aprile (sclazata dopo mesi "in vetta" da Zoom), evidentemente anche per via dei vari lockdown, proseguendo una scalata globale che pare senza apice.

 

 

Come dichiarato un una nota dall’amministratore delegato di ByteDance,  Yiming Zhang, la grande esperienza del nuovo CEO “nel costruire business internazionali di successo rappresenta una scelta incredibilmente appropriata per la nostra missione, che è semplicemente ispirare la creatività degli utenti di tutto il mondo”.

 

TikTok, inoltre, ha lasciato intendere di voler ampliare il proprio business con un’offerta di musica in streaming, operazione iniziata a gennaio dopo l’annuncio di un accordo con l’agenzia britannica Merlin che detiene le numerose licenze musicali, per ampliare il proprio archivio di basi su cui “creare” i video.

Ma, in questo senso, c’è anche un lato della medaglia che, per una volta, è davvero opposto al successo dell’app a causa dell’utilizzo senza licenza delle canzoni i cui diritti appartengono a un colosso come Universal, con annesso rischio di azioni legali a difesa del diritto d’autore di quest’ultima se non si troverà un compromesso.

 

- LEGGI ANCHE - L’esercito Usa ha vietato l’uso di TikTok: “È una cyberminaccia”

- E ANCHE - TikTok ha discriminato i video di utenti “poveri”, “brutti” e disabili

 

Di certo la scelta di Meyer dovrebbe allentare un po’ la “presa” delle autorità Usa e di Washington, anche perché segue quelle in altri ruoli di manager di altissimo profilo, come l’ex Microsoft Erich Andersen o Vanessa Pappas di Youtube, mentre ByteDance prova a “scindere” il social dal resto delle proprietà della società.

 

Social che, dal lancio dell’erede di Musical.Ly (acquistata non senza polemiche) nel 2017, ha ormai raggiunto i due milardi di download. Numero non dissimile rispetto a quella che dovrebbe essere la base utenti, seppur non “certificata”.

Leggi tutto su News