Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie Clicca Qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

menu
Oggi 27 maggio 2020 - Aggiornato alle 11:07
Live
  • 12:45 | Benedetta Rossi e i problemi di salute del cane
  • 12:24 | Ravioli cinesi
  • 12:20 | Senato boccia emendamento per la ripresa. La Ligue1 è conclusa
  • 12:19 | Charlotte al limone
  • 12:06 | Mario Balotelli è tornato ad allenarsi
  • 11:59 | “Labyrinth”, il film cult del 1986 avrà un sequel
  • 11:52 | Kulusevski: “Ho scelto la Juve per imparare”
  • 11:15 | Sondaggi, Italia viva all'1,5%
  • 11:10 | La riapertura di Berlino dal prossimo 15 giugno
  • 11:08 | La Lombardia rischia di non riaprire subito i confini
  • 11:07 | Il Roland Garros è salvo (e ci sarà il pubblico)
  • 11:00 | Economia: perché puntare su una ripresa green, parola di medico
  • 10:45 | Chi era Jimmy Cobb, leggendario batterista jazz morto a 91 anni
  • 10:33 | I 7 punti di Conte per la ripartenza
  • 10:30 | "Polizia, c'è un uomo africano che mi spaventa"
  • 09:45 | Gabriella Greison e la fisica, a TIM Operazione Risorgimento Digitale
  • 09:00 | Chi sono i Rebel Rootz, l’intervista al gruppo trentino
  • 09:00 | Che fine hanno fatto gli attori di The O.C.
  • 09:00 | Luana La Rosa: chi è la ex moglie di Tony Colombo
  • 09:00 | Energia nucleare, pro e contro di questo tipo di risorsa
Tinder eliminerà i filtri geografici: il dating diventa globale - Credit: Johannes Schmitt-Tegge / IPA / Fotogramma
APP 22 maggio 2020

Tinder eliminerà i filtri geografici: il dating diventa globale

di Federico Bandirali

La nuova opzione permetterà di trovare affinità senza un incontro reale: utopia...

Segno dei tempi che cambiano o meno, Tinder non ritiene più che la distanza fisica sia rilevante per il dating e,partendo da questo presupposto, si prepara a testare una nuovissima “Modalità Globale”.

Una novità che consentirà agli utenti in cerca dell’anima gemella di essere visti nelle ricerche fatte in tutto il mondo, a prescindere dall’effettivo luogo di residenza, con la possibilità di lasciare un like e creare così nuove “affinità”. 

 

Vero che in tempi di pandemia il distanziamento sociale è importante e necessario, ma la nuova funzione che, paradossalmente, potrebbe creare un “abbinamento” tra due persone che vivono ai poli opposti del mondo, apparentemente ha poco senso.

 

La somiglianza con l’opzione a pagamento di Tinder denominata Passport, che consente agli utenti di selezionare una città a caso e cercare l’anima gemella che risiede in quel luogo, è solo apparente.

Con la nuova “modalità globale”, infatti, oltre a non dover pagare nulla sarà possibile scorrere i profili creati in ogni antro del mondo, con un sistema che si differenzia da quanto già proposto.

 

Passport, per quanto, ha un senso, e viene utilizzato proprio per quello: se un utente deve viaggiare all’estero, ha modo di provare a far scattare il colpo di fulmine virtuale prima di recarsi sul luogo. Una scelta strana, ma apprezzata da chi cerca un partner con le app di dating.

 

La nuova funzione, che per il momento è solo una “bozza” da testare a partire dal 25 maggio, è vista da Tinder come una svolta importante, tanto da pianificare già future implementazioni nel servizio se tutto filerà liscio.

 

Non poteva mancare un riferimento diretto alla pandemia che, stando a quanto affermato nel comunicato stampa con cui la società ha annunciato la novità, ha solo “spinto” Tinder ad accelerare i tempi di un progetto già in cantiere per eliminare del tutto i filtri geografici.  

 

Tinder che, peraltro, si prepara a lanciare una serie di novità che spaziano dalle videochat “one-to-one” e altre funzionalità interattive. Il principio, condivisibile fino a un certo punto, è questo: uscire o comunque creare un legame affettivo con qualcuno non vuol dire necessariamente incontrarsi di persona.

 

Assunto abbastanza ridicolo in tempi normali, che forse trova un significato in un’epoca storica particolarmente complessa, spostando definitivamente, almeno nelle intenzioni, i legami affettivi e sentimentali nel virtuale. Difficile concordare, ma l’evoluzione del dating online evidentemente non segue logiche “normali”.

Leggi tutto su News