TimGate
header.weather.state

Oggi 07 luglio 2022 - Aggiornato alle 13:27

 /    /    /  Twitter Blue ora è disponibile anche negli Stati Uniti
Twitter Blue ora è disponibile anche negli Stati Uniti

- Credit: Ravi Sharma / Unsplash

SOCIAL NETWORK10 novembre 2021

Twitter Blue ora è disponibile anche negli Stati Uniti

di Federico Bandirali

La versione con abbonamento e funzionalità premium del social negli States costa 2,99 dollari al mese

Dopo l’annuncio ormai remoto e un'interminabile attesa Twitter - che di fatto ha già lanciato la versione a pagamento con funzionalità esclusive in Canada e Australia ribattezata "Twitter Blue" - ha reso disponibile la novità anche negli Usa e in Nuova Zelanda a riprova che l’obiettivo è una graduale estensione del servizio su scala globale. Il format prevede un abbonamento mensile, almeno negli Stati Uniti, che costa 2,99 dollari. In cambio, l’utente accederà a funzionalità e contenuti esclusivi sia dalle app mobile della piattaforma che nella versione Web utilizzabile da Pc con consueto browser preferito.

 

I benefici di cui godranno gli abbonati, intaccando marginalmente le loro risorse economiche, partono dall’eliminazione completa della pubblicità quando si leggono notizie redatte da quotidiani e riviste quali il Washington Post, Rolling Stone, BuzzFeed, Insider e The Hollywood Reporter. L’abbonamento propone anche una selezione delle notizie, la possibilità di personalizzare l’interfaccia grafica dell’app di Twitter, e l’atteso pulsante Undo per annullare prima che venga condiviso la pubblicazione di un contenuto.

 

- LEGGI ANCHE - Con Twitter Blue si potranno testare nuove funzionalità in anteprima

- E ANCHE - Su Twitter si potrà annullare la pubblicazione di un tweet: ecco come

 

Inoltre, si possono “toccare” in anteprima anche funzioni sperimentali testate da Blue Labs. Ad oggi, ad esempio, l’opzione per caricare video con durata massima pari a 10 minuti e quella per modificare l’elenco delle conversazioni nei Messaggi Diretti.

 

Ovviamente, non potendo ancora toccare con mano la novità, resta difficile comprendere se la soluzione proposta dalla piattaforma di microblogging raggiungerà o meno gli scopi prefissati. Ovvero monetizzare la popolarità di Twitter e, al contempo, dare un supporto concreto agli editori di notizie. E, visto che di date per il lancio in Italia o altrove non ce ne sono ancora, saranno gli Stati Uniti a decretare i primi risultati insieme agli altri Paesi dove Blue è disponibile. Successo o fiasco? Time will tell, al solito...