TimGate
header.weather.state

Oggi 06 agosto 2022 - Aggiornato alle 19:49

 /    /    /  Twitter Notes ora è ufficiale, sul social in arrivo i contenuti 'lunghi'
Twitter Notes ora è ufficiale, in arrivo i contenuti 'lunghi'

- Credit: Sara Kurfess / Stereophototyp / Unsplash

SOCIAL NETWORK27 giugno 2022

Twitter Notes ora è ufficiale, in arrivo i contenuti 'lunghi'

di Samuele Ghidini

L'ex piattaforma di microblogging ha confermato i test per la novità che rivoluzionerà il modo di twittare. Ecco come

Dopo l'anticipazione dell'inizio dei test di Twitter per Notes, nuova funzionalità dell'ormai ex piattaforma di microblogging che consente di andare oltre il limite precedente dei 280 caratteri a cinguettio, il social ha confermato ufficialmente la notizia. La fase di sperimentazione è partita ufficialmente, e per ora riguarda un ristretto gruppo di utenti selezionati senza che siano stati indicati i parametri utilizzati per la selezione.

 

Resta ancora avvolta nel mistero la data entro la quale la possibilità di postare contenuti lunghi (long form) sarà disponibile per tutti, anche se la conferma quasi immediata da parte di Twitter dell'avvio dei test lascia desumere che non ci vorrà molto tempo. Questione di settimane più che di mesi, dunque, dopo le prime anticipazioni nel merito emerse mesi prima.

 

Per la funzionalità, inoltre, è stata pubblicata sull'account "twitter write" una GIF che mostra alcuni dettagli dell'editor realizzato appositamente, nella quale sono presenti strumenti per la formattazione, possibilità di titolare i long form, un'immagine di apertura e diversi contenuti multimediali.

"Vi presentiamo Note. Stiamo testando un modo per scrivere contenuti più lunghi su Twitter", ha scritto in estrema sintesi il social.

 

- LEGGI ANCHE - Twitter sta testando Notes: permetterà di postare contenuti lunghi

- E ANCHE - Twitter permetterà di scrivere articoli "lunghi"

 

Con l'ormai ex piattaforma di microblogging che è ormai prossima a una vera e propria rivoluzione rispetto al concept originale pensato dal fondatore Jack Dorsey nel 2006, anno in cui venne lanciato Twitter.

 

Ai tempi, i post pubblicati non potevano superare i 140 caratteri riprendendo il format degli SMS. Limite portato a 280 nel 2017, per rispondere alle necessità palesate dagli utenti. Successivamente, la piattaforma si è arricchita con i thread, utili a creare una sorta di catena per diversi tweet pubblicati uno dopo l'altro su uno stesso tema (ad esempio, per 'coprire' un evento).

 

E, in attesa del debutto dei contenuti long form, la domanda è una: come verrà accolta la novità dagli utenti, che evidentemente hanno scelto Twitter proprio per l'immediatezza e la rapidità di fruizione, non abbandonata ma destinata ad essere solo una parte del social?

Il tutto mentre continua a tener banco l'acquisizione di Twitter da parte di Elon Musk, con la finalizzazione di una trattativa apparentemente conclusa che sta andando decisamente per le lunghe.