TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 08:00

 /    /    /  Twitter, gli audio di Spaces ora si possono registrare e condividere
Twitter, gli audio di Spaces ora si possono registrare e condividere

- Credit: MATHIEU PATTIER / SIPA / IPA / Fotogramma

SOCIAL NETWORK02 novembre 2021

Twitter, gli audio di Spaces ora si possono registrare e condividere

di Federico Bandirali

Solo per chi organizza le stanze vocali, con condivisione limitata ai tweet nel social

Twitter ora consente agli host (chi le organizza, ndr) delle chat di Twitter Spaces di registrare e condividere le proprie trasmissioni. La funzione sta iniziando a essere implementata per un numero limitato di host su iOS, e dovrebbe essere disponibile per tutti gli organizzatori “entro poche settimane”. Molto banalmente, la funzione consente agli host di registrare una conversazione di Twitter Spaces e condividere la registrazione in un tweet. La nuova funzionalità significa anche che chi si unisce in ritardo ad una trasmissione di Twitter Spaces, sarà ora in grado di riprodurre la trasmissione una volta terminata se l’host ha abilitato la registrazione.

 

- LEGGI ANCHE - Su Twitter ora tutti possono ospitare gli Spaces

- E ANCHE - Twitter consentirà di aggiungere argomenti in "Spaces"

 

Di conseguenza, i tweet generalmente condivisi per promuovere le trasmissioni di Twitter Spaces ora includeranno un collegamento a una registrazione, anziché mostrare una nota relativa al termine della trasmissione negli spazi audio del social.

 

I partecipanti riceveranno una notifica con una nuova icona utile ad avvisarli che è in corso una registrazione quando si uniscono a una trasmissione in diretta di Twitter Spaces. Gli host avranno quindi accesso alle registrazioni per 30 giorni dopo la trasmissione per poterla condividere, anche se possono decidere di eliminarle in qualsiasi momento.

 

Twitter, di suo, ha chiarito che conserverà le registrazioni fino a 120 giorni per verificare eventuali contenuti offensivi o incitanti all’odio, per procedere eventualmente alla moderazione e prendere i provvedimenti del caso.