TimGate
header.weather.state

Oggi 10 agosto 2022 - Aggiornato alle 10:18

 /    /    /  Su Twitter si possono scaricare i propri dati archiviati dal social
Su Twitter si può scaricare di nuovo l'archivio dei propri dati

- Credit: Jaap Arriens / IPA / Fotogramma

TECNOLOGIA06 settembre 2020

Su Twitter si può scaricare di nuovo l'archivio dei propri dati

di Federico Bandirali

La funzione “I tuoi dati Twitter” era stata disabilitata precauzionalmente dopo l'attacco hacker di luglio

Gli utenti di Twitter potranno finalmente soddisfare le proprie curiosità rispetto al tipo di dati memorizzati per ogni persona dalla piattaforma di microblogging fondata da Jack Dorsey, e soprattutto scoprire se e cosa potrebbero aver “rubato” gli hacker durante il mega-attacco ai personaggi famosi statunitensi ribattezzato “la grande truffa dei Bitcoin del luglio scorso. Il tutto con un’opzione già disponibile in passato - ovvero scaricare i “Dati di Twitter” -, disabilitata precauzionalmente a seguito dell’attacco del luglio per evitare possibili nuovi tentativi di hacking e ora nuovamente disponibile.

 

Per accedere alle proprie informazioni conservate dal social è sufficiente entrare nel menu Impostazioni, selezionare “account” e poi “I tuoi dati Twitter”. A questo punto, se tutto funziona come dovrebbe, l’utente si troverà davanti una schermata con numerose voci, e per avviare il download dovrà inserire la password del proprio profilo.

 

Diverso il discorso per le app per smartphone (sia Android che iOS), con la piattaforma che potrebbe reindirizzare l’utente verso il sito Web per dispositivi mobili in modo da completare l’operazione.

 

Con la doverosa premessa che non tutto è così immediato, e prima che l’archivio dei dati sia disponibile per essere scaricato potrebbe volerci un po’ di tempo. Ad ogni modo, visto che si parla di ore e non minuti in certi casi, non è necessario rimanere in attesa con il telefono in mano ma solo aspettare la notifica in-app (dopo averle abilitate) che avvertirà l’utente che l’archivio è pronto per il download.

 

Ovviamente a suo tempo Twitter ha disabilitato la funzione per motivi più che validi. Nella “truffa dei Bitcoin”, infatti, i tre giovani hacker avevano preso di mira i profili di personaggi non certo irrilevanti, tra cui quelli dell’ex presidente statunitense Barack Obama, il candidato Democratico alle presidenziali Usa 2020 Joe Biden, e del numero uno di Tesla Elon Musk.

 

- LEGGI ANCHE - Il grande attacco hacker agli uomini più ricchi e famosi d'America

- E ANCHE - Perché l'account Twitter di Trump non è stato hackerato

 

In quell’occasione i tre avevano violato anche gli archivi dei “Dati di Twitter”, inclusi messaggi privati e dati personali di una lunga lista di utenti della piattaforma di microblogging.

 

Peraltro, oltre agli autori del mega attacco già identificati e arrestati – tra cui un adolescente della Florida che secondo gli inquirenti sarebbe “la mente” dell’operazione -, l’FBI non ha ancora concluso le indagini e sta cercando gli altri partecipanti tra una lunga lista di sospettati, tra i quali figura già un sedicenne del Massachusetts.

 

Evidentemente però, le minacce alla sicurezza dei sistemi di Twitter non sussistono più, così la società di Jack Dorsey ha riattivato la funzione, sconosciuta ai più prima dell’attacco hacker e ancor più interessante proprio per questo motivo.