TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 19:00

 /    /    /  Twitter, nuove etichette per contrastare le fake news
Twitter, nuove etichette per contrastare le fake news

- Credit: Sara Kurfess / Stereophototyp / Unsplash

SOCIAL NETWORK18 gennaio 2022

Twitter, nuove etichette per contrastare le fake news

di Federico Bandirali

I cinguettii con contenuti “fuorvianti” saranno oscurati, mente gli autori rischiano la sospensione dell’account

Twitter continua nella sua lunga ed estenuante battaglia per contrastare la diffusione di fake news in generale, e nello specifico quelle sul Covid-19, dalla piattaforma. Il social apporrà infatti nuove etichette con la scritta “contenuto fuorviante” a tutti i post individuati che includono informazioni volutamente incomplete, bufale, news ingannevoli e appunto fuorvianti sulla pandemia e sul coronavirus Sars-CoV-2. I dettagli delle nuove linee guida sono comparsi con tanto di spiegazione sulla pagina di supporto del social, che ha anche indicato secondo quali criteri la piattaforma di microblogging apporrà l’etichetta “fuorviante” ai cinguettii.

Ovvero tutti “i contenuti indiscutibilmente falsi o ingannevoli e suscettibili di comportare un rischio significativo di danni (nel mondo reale, rispetto a circolazione del virus e severità della malattia pandemica, ndr )”.

 

Twitter, e questo è la vera svolta, con le nuove etichette oscurerà il testo dei tweet in questione, riservandosi la possibilità di spiegare all’interno dello sticker la spiegazione del processo che ha portato a bollare il contenuto come falso, in modo da fornire elementi all’utente per cambiare rotta e, di fatto, fare autonomamente fact checking in modo da frenare la diffusione di teorie complottiste e via dicendo.

 

- LEGGI ANCHE - Twitter, nuove soluzioni per contrastare disinformazione e fake news

- E ANCHE - Twitter e il progetto Birdwatch: gli utenti segnaleranno le fake news

 

Per questo, inoltre, il social non permetterà di interagire con i post etichettati, senza quindi consentirne il retweet e/o la citazione dei contenuti in altri post. Davanti a ogni singolo cinguettio “fuorviante”, infine, Twitter agirà anche “contro” l’autore, che vanno da una serie di avvertimenti a sospensioni temporanee dell’account, fino a quelle definitive e irrevocabili.