TimGate
header.weather.state

Oggi 10 agosto 2022 - Aggiornato alle 02:00

 /    /    /  Twitter Spaces, possibile avviare chat audio per chi ha 600 followers
Twitter Spaces, possibile avviare chat audio per chi ha 600 followers

- Credit: MATHIEU PATTIER / SIPA / IPA / Fotogramma

SOCIAL NETWORK04 maggio 2021

Twitter Spaces, possibile avviare chat audio per chi ha 600 followers

di Federico Bandirali

La “risposta” a Clubhouse entra nella seconda fase di test ampliando la platea di utenti. Ecco come

Le “risposte” a Clubhouse, app social vocale solo per iPhone finita sotto i riflettori dei media a inizio 2021 anche per via di frequentazioni eccellenti (Elon Musk e Mark Zuckerberg, solo per restare in ambito tecnologico), oltre a un fisiologico calo di interesse e utenti attivi deve fare i conti con la concorrenza, tra cui i bellicosi progetti di Facebook e la soluzione già lanciata da Twitter: Spaces.

 

- LEGGI ANCHE: Gli "Spaces" di Twitter ora sono disponibili anche per Android

- E ANCHE: Twitter: tutti potranno creare uno “Space” entro aprile

 

Dopo mesi di test, infatti, la parte audio della piattaforma di microblogging è ora disponibile per tutti gli utenti che superano i 600 follower sul social, anche per Android, avviando così la sfida a Clubhouse e ai suoi futuri “fratelli”.

 

Usando Spaces, gli utenti possono creare delle Stanze nelle quali parlare, con persone dotate di profilo ad avere facoltà di avviare una conversazione (o un monologo) direttamente ad un pubblico di ascoltatori, che a loro volta dopo aver “alzato” virtualmente la mano hanno facoltà di intervenire.

 

- LEGGI ANCHE: Facebook: ecco le Live Audio Room per sfidare Clubhouse

- E ANCHE: Clubhouse, che cos'è e come funziona il social "della voce"

 

Poche le differenze con Clubhouse, se non fosse per la sterminata platea di potenziali utenti Android raggiungibili da Twitter mentre l’app social vocale è ancora impegnata nel testare e poi rilasciare una versione ad hoc.

 

La piattaforma di microblogging ha precisato che la scelta di limitare l’accesso alla novità solo agli utenti che hanno 600 follower è figlia della necessità di proseguire i test di Spaces senza che nulla sfugga, in modo da preparare al meglio il terreno in vista del lancio che permetterà a tutti coloro che lo desiderano di aprire una stanza per le chat vocali.

 

Le conversazioni su Spaces sono “bivalenti”, rivolgendosi tanto ad una platea esigua numericamente e composta da amici e conoscenti in modo da offrire intimità, quanto – con rapida mutazione – diventare spazi virtuali per discussioni in tempo reale rivolte a migliaia di persone.

 

Per utilizzare Spaces e/o aprire una stanza bisogna usare l’app mobile di Twitter. Se un utente seguito partecipa ad una conversazione o la apre, compare una sorta di bolla cromaticamente viola nella parte alta della timeline, finché la stanza resta attiva.

 

Se invece si prende parte a una conversazione come semplici ascoltatori, è possibile lasciare delle reaction rispetto a quanto proferito mediante emoji, oltre a visualizzare i cinguetti fissati in alto, leggere i sottotitoli, postare, alzare la mano reclamando il turno di parola o inviare un DM nella conversazione su Spaces.