TimGate
header.weather.state

Oggi 07 agosto 2022 - Aggiornato alle 07:00

 /    /    /  Twitter: perché Elon Musk ha chiesto e ottenuto più dati
Twitter: perché Elon Musk ha chiesto e ottenuto più dati

Elon Musk- Credit: John Lamparski / IPA / Fotogramma

SOCIAL NETWORK26 giugno 2022

Twitter: perché Elon Musk ha chiesto e ottenuto più dati

di Federico Bandirali

Dopo che i primi forniti sono stati considerati insufficienti per determinare il numero di account falsi sul social

A inizio giugno, dopo mille richieste da parte del di Elon Musk, Twitter ha risposto rendendo disponibili i dati utili a determinare il numero di account falsi del social, ultimo ostacolo per il completamento dell'acquisto da parte del vulcanico CEO di Tesla della piattaforma di microblogging. Stando a quanto riferito da diverse fonti al sito 'Business Insider', però, quanto fornito non è stato sufficiente, con i legali del futuro proprietario di Twitter ha chiedere un'integrazione più completa degli stessi, in modo da condurre un'analisi maggiormente accurata.

 

- LEGGI ANCHE - Twitter fornirà a Elon Musk i dati richiesti per finalizzare la vendita

- E ANCHE - Perché Elon Musk ha sospeso l’acquisizione di Twitter

 

Il CEO di Tesla e SpaceX, dopo aver temporaneamente sospeso l’acquisizione per un corrispettivo pari a 44 miliardi di dollari poiché la percentuale di account bot indicata nei documenti ufficiali (meno del 5%, ovvero a suo avviso un quarto di quella reale).

 

Stante la minaccia di far saltare l'affare, il consiglio di amministrazione del social ha deciso di produrre tutta la documentazione richiesta, valutando come corretta la scelta di vendere il social nell'interesse degli azionisti e ponendo quindi la finalizzazione della trattativa come priorità.

 

Nel corso di un recente incontro con i dipendenti, Musk ha evidenziato come i bot siano il principale problema di Twitter perché incrementano artificialmente il numero di utenti monetizzabili (ovvero potenziali fonte di ricavi).

 

Resta però il sospetto, corroborato da esperti del settore e altre fonti vicine alle due parti in trattativa, che il fine ultimo di Musk è dimostrare avendone già certezza come i dati ufficiali siano inesatti, per poi procedere a una rinegoziazione al ribasso del prezzo d'acquisto.

 

- LEGGI ANCHE - Perché Elon Musk potrebbe non comprare più Twitter

- E ANCHE - Elon Musk sarà il nuovo CEO di Twitter

 

Da ricordare che, qualora il CEO di Tesla e SpaceX dovesse avere torto, lui e la cordata alle sue spalle dovranno corrispondere a Twitter una penale di un miliardo di dollari (pochi per l'uomo più ricco del mondo, ma comunque cifra non indifferente), con probabili strascichi giuridici che potrebbero costargli molto di più. Ennesimo episodio, comunque, di quella che sta assumendo i contorni di una saga, come spesso accade quando al centro c'è l'imprevedibile e a volte incomprensibile uomo più influente del 2021 per la rivista Times.