TimGate
header.weather.state

Oggi 30 settembre 2022 - Aggiornato alle 18:15

 /    /    /  Su Twitter ora tutti possono ospitare gli Spaces
Su Twitter ora tutti possono ospitare gli Spaces

- Credit: Ravi Sharma / Unsplash

SOCIAL NETWORK22 ottobre 2021

Su Twitter ora tutti possono ospitare gli Spaces

di Simone Colombo

Sia gli utenti Android che quelli con iPhone possono finalmente organizzare stanze audio senza limiti relativi ai follower

Twitter, dopo aver lanciato la sezione Spaces nel novembre 2020 come “risposta” al successo di Clubhouse, permettendo però solo agli utenti con 600 o più follower di creare stanze vocali. Ora, a quasi un anno di distanza, la piattaforma di microblogging sta finalmente offrendo a tutti gli utenti di ospitare uno Space, “privilegio” che a logica andava concesso un po’ di tempo fa. D’altronde il social è indietro anche rispetto ai propri programmi originali, visto che inizialmente aveva annunciato la possibilità di creare uno Space per tutti entro lo scorso aprile.

 

Il team al lavoro su Spaces ha pubblicato un tweet per annunciare il cambiamento, osservando come gli utenti sia su Android che su iOS saranno ora in grado di ospitare stanze audio, proponendo anche una GIF aggiornata per spiegare come crearne uno.

 

Twitter durante l’anno ha sfornato una serie di nuove funzionalità a raffica per Spaces, come la possibilità di aggiungere co-conduttori e fino a 10 relatori.

 

- LEGGI ANCHE - Twitter, Ticketed Spaces già disponibili per alcuni utenti

- E ANCHE - Twitter Spaces, possibile avviare chat audio per chi ha 600 followers

 

Inoltre, ha istituito un fondo per i creatori di Spaces chiamato Spark Program introducendo anche i Ticketed Spaces , altrimenti noti come sale audio che richiedono il pagamento di ingresso. Tutto ciò senza dare a tutti gli utenti la capacità più essenziale e fondamentale: la possibilità di ospitare stanze proprie. Che ora, invece, è realtà.