Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 13 agosto 2020 - Aggiornato alle 13:00
Live
  • 12:48 | Torino, ci si muove per Linetty
  • 12:33 | Discoteche e ritorni dai viaggi: misure anti-contagio
  • 12:30 | Ed Sheeran diventa papà
  • 12:28 | Come creare una zona barbecue in giardino
  • 12:22 | Tartaday: in Italia è la giornata in difesa delle tartarughe
  • 10:35 | SAFE WEB PLUS per navigare sicuri in rete
  • 10:35 | I giornali di giovedì 13 agosto
  • 10:00 | Mozzarella alla caprese
  • 09:00 | Nathalie Guetta: chi è la sorella di David Guetta
  • 09:00 | Chi è Alessandra Celentano, carriera e vita privata
  • 09:00 | Libeskind: chi è l'architetto della torre a Milano
  • 09:00 | A 11 anni apre un ristorante vegano
  • 09:00 | 10 tecniche di seduzione
  • 09:00 | Nel 2019 record di rifiuti elettronici
  • 07:30 | NBA: vittorie per OKC e Clippers, Indiana piega Houston
  • 23:51 | Grazie Atalanta, hai fatto sognare l’Italia
  • 23:10 | Champions, Beffa Atalanta, in semifinale ci va il Psg
  • 21:18 | Pavimenti impermeabili in laminato, il nuovo trend
  • 21:11 | Perché la chiusura delle discoteche è "l'ultima spiaggia"
  • 20:40 | Coronavirus: il punto sulla pandemia
Usa: Apple richiude altri Store a causa dei nuovi picchi di contagi Apple Store - Credit: iStock
CORONAVIRUS 3 luglio 2020

Usa: Apple richiude altri Store a causa dei nuovi picchi di contagi

di Federico Bandirali

Dopo averne già chiusi nuovamente 40 a giugno: il totale sale a 77 sui 271 negozi negli States

Che la pandemia da coronavirus SARS-CoV-2 continui a palesarsi come un vero e proprio tsunami negli Stati Uniti - sia a causa della la gestione politica quantomeno rivedibile di Donald Trump dell’emergenza sia per quella altrettanto inadeguata successiva all’omicidio del 46enne afroamericano George Floyd da perte di un agente di polizia lo scorso 25 maggio che ha riaperto la “questione razziale” dando il via a proteste di piazza - non è certo un mistero, con il numero di contagiati che abbia ripreso a salire a ritmo vertiginoso.

 

- LEGGI ANCHE - Usa: Apple ha richiuso alcuni store per via dell'aumento dei contagi

- E ANCHE - Gli ultimi aggiornamenti sul coronavirus

 

Così Apple, sempre attenta all’evoluzione dell’emergenza sanitaria, dopo aver richiuso 40 Store negli Usa già a giugno, davanti ai nuovi picchi di contagi ha deciso di chiudere nuovamente altri 30 negozi in sette Stati (Alabama, California, Georgia, Idaho, Louisiana, Nevada e Oklahoma), con il totale che sale a 77: il 25% degli Store statunitensi di Cupertino.

 

Apple, che ha fatto altrettanto con altri store in Paesi dove la pandemia e fuori controllo, gestisce direttamente 271 negozi negli States, e aveva avviato l’iter per riaprirne il maggior numero possibile in quello che, giocoforza, rappresenta il suo mercato più importante entro la fine di maggio.

 

Un piano strutturato con protocolli di sicurezza ferrei, reso vano dalla ripresa dei contagi negli Stati Uniti che ormai registrano oltre 50mila nuovi infetti giorno dopo giorno.

 

Sintetica, dunque, la spiegazione della Mela rispetto alla nuova retromarcia, comunicata con una breve nota alla CNBC: “A causa delle attuali nuovi picchi di contagi in alcune delle comunità in cui operiamo, stiamo temporaneamente chiudendo i negozi di queste zone”.

 

Ma.

a ben vedre, la causa delle disgrazie statunitensi è un'altra, con nome e cognome ben noti e l'ovvia constatazione che Cupertino non può assolutamente citarla. 

 

Si tratta, ovviamente, dell'amministrazione Trump e dello stesso presidente che, dopo mesi passati a minimizzare, ha finalmente ammesso come le mascherine siano utili e vadano utilizzate (apriti cielo). Non pago, il Tycoon ha fatto scorte (tutto quello disponibile nel mondo) del famarco antivirale remdesivir, rivalatosi efficace contro la patologia Covid-19 isieme all'antinfiammatorio steroideo desametasone.

 

Davanti a 2,7 milioni di contagiati e oltre 130 mila morti, evidentemente, Trump ha cambiato linea: era davvero necessario arrivare a questo punto?

Leggi tutto su News