Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 13 maggio 2021 - Aggiornato alle 23:00
Live
  • 00:02 | Basket, playoff Serie A: Brindisi annienta Trieste 85-64 in gara 1
  • 00:01 | Basket, playoff Serie A: la Virtus stende Treviso 92-71 in gara 1
  • 20:41 | Basket, Serie A: Daye regala a Venezia gara 1, Sassari ko 92-91
  • 19:56 | Basket, Serie A: l'Olimpia Milano schianta Trento 88-62 in gara 1
  • 19:37 | Palù (Aifa): "Sì al richiamo Pfizer e Moderna a 42 giorni"
  • 19:36 | Giro d’Italia, sesta tappa e nuova Maglia Rosa
  • 19:08 | Israele-Gaza, venti di guerra
  • 18:17 | Un film sui primi giorni del coronavirus (negli USA)
  • 18:09 | “Knives Out 2”, si preannuncia un cast stellare
  • 18:00 | Covid, in Italia altri 201 morti
  • 17:58 | Il museo dedicato a Bob Dylan aprirà nel 2022
  • 17:37 | Due date live per Giordana Angi a fine 2021
  • 17:00 | Buon compleanno al principe Filippo di Svezia
  • 16:24 | J-Ax racconta l'esperienza con il Covid nel brano "Voglio la mamma"
  • 15:55 | Matteo Berrettini perde e saluta gli Internazionali d’Italia
  • 15:50 | Lorella Boccia ospita Alessandra Amoroso nel suo "Venus Club"
  • 15:13 | "N O R D", il disco d'esordio di ALFA spiegato canzone per canzone
  • 15:12 | Supplì al telefono senza carne, forse anche più buoni
  • 15:05 | Uovo in camicia: ricetta e guida per cucinarlo
  • 14:47 | Eurispes 2021, Fara: ragioniamo su 'ricostituzione' post-pandemia
Usa, class action contro TikTok: - Credit: TikTok
SOCIAL NETWORK E PRIVACY 5 dicembre 2019

Usa, class action contro TikTok: "Trasferisce dati sensibili in Cina"

di Federico Bandirali

Azione legale lanciata da una giovane studentessa. Ma si resta nel campo delle ipotesi

TikTok, senza ombra di dubbio l’app del momento con un miliardo di download da inizio anno e 150 mila utenti attivi quotidiani, oltre agli onori ora si trova ad affrontare gli oneri del successo.

Che, in questo caso, sono una class action partita dalla California per un ipotetico trasferimento di dati sensibili degli utenti statunitensi (e, se vero, non solo) sui server cinesi della società “controllante” ByteDance.

 

LEGGI ANCHE - TIkTok sta sperimentando nuove funzioni per il "social commerce"

 

Il social network preferito dagli adolescenti che permette di condividere video amatoriali di breve durata (massimo un minuto), è stata creata da Zhang Yiming in Cina sul finire del 2016, e è utilizzabile solo al di fuori dal Paese visto che la società ha sviluppato un app alternativa – e sostanzialmente uguale – per gli utenti cinesi: Douyin.

 

L‘azione legale collettiva è stata lanciata dalla studentessa di Palo Alto Misty Yong - cognome che ne evidenzia le origini orientali -, che ha affermato di aver usato la piattaforma solo per vedere i video altrui, senza caricarne di propri, dopo aver creato un proprio profilo nel marzo 2019. Fin qui tutto normale, ma la Hong sostiene di aver scoperto successivamente – senza spiegare come – che la piattaforma aveva anche alcuni dei suoi dati come il nome (non richiesto per registrarsi sul social ma solo per caricare contenuti creati autonomamente e poi condivisi).

 

L’accusa si spinge oltre, affermando che i dati biometrici di cui Tiktok è entrata in possesso sono frutto delle analisi di video mai condivisi, mentre il nome sarebbe stato reperito usando il numero di cellulare che la stessa aveva scelto, incautamente, come password. Tutto ciò, secondo la Hong, è dovuto solo ed esclusivamente al fatto che i suoi dati sensibili sono stati trasferiti sui server cinesi, unica possibilità per farlo, almeno secondo lei. Ipotesi azzardata, ma negli Usa il timore che la Cina effettui operazioni di spionaggio, sostenuta anche dal Presidente Donald Trump, continua a fare proseliti.

 

Nella causa (che coinvolge Tencent e Alibaba) si sottolinea come, qualora dovesse subire pressioni nel merito, TikTok potrebbe fornire al governo cinese tutti i dati che ha raccolto. Potrebbe, e l’uso del condizionale è, per una volta appropriato.

 

ByteDance ha replicato a questo tipo di accuse di recente, specificando che le informazioni restano su server statunitensi con le copie di backup stoccate a Singapore, rispondendo alle accuse di alcuni politici statunitensi.

 

LEGGI ANCHE - Usa: TikTok "possibile minaccia per la sicurezza nazionale"

E ANCHE - TikTok prova a rassicurare il governo Usa

 

La Hong, però, da vera paladina della privacy non usa il condizionale e afferma, incautamente, che “TikTok acquisisce clandestinamente una vasta quantità di dati di privati e li trasferisce su server cinesi, che possono poi essere sfruttati per identificare e analizzare le attività degli utenti americani: un prezzo da pagare enorme rispetto al divertimento che offre”.

 

Per questo la studentessa di Palo Alto si è “immolata” per la causa depositando la denuncia al tribunale federale della California a nome dei 110mila utenti dell’app negli Usa. Facendo così parlare tutto il mondo di sé, a prescindere dalla veridicità delle accuse. Con la procura che dovrà decidere se aprire davvero un fascicolo basato su pure ipotesi o aspettare di avere prove concrete di condotte illecite da parte di ByteDance.

 

Possibili, probabili, ma non appurate come invece lasciano credere le dichiarazioni di Misty Hong. Che sta avendo il suo “momento” di notorietà, e forse il vero scopo era solo e semplicemente questo.

I più visti

Leggi tutto su News