TimGate
header.weather.state

Oggi 25 settembre 2022 - Aggiornato alle 13:00

 /    /    /  Usa, il ritorno in ufficio dei dipendenti Apple
Usa, il ritorno in ufficio dei dipendenti Apple

- Credit: Tyler Franta / Unsplash

COVID-1913 aprile 2022

Usa, il ritorno in ufficio dei dipendenti Apple

di Samuele Ghidini

Dopo diversi rinvii causa pandemia. Cupertino ha avviato il percorso per tornare al lavoro in presenza

 

Seguendo l’ultimo cronoprogramma, i dipendenti di Apple negli Usa hanno fatto ritorno nei propri uffici riprendendo a lavorare “in presenza”. Una sorta di ritorno alla normalità, come esposto dal CEO di Cupertino Tim Cook dall’inizio della pandemia. I dipendenti che lavorano ad Apple Park e negli uffici storici di Infinite Loop avevano ricevuto comunicazione del termine fissato per l’11 aprile per tornare in ufficio, ma i programmi di Cupertino sono più articolati.

 

In una prima fase, sarà infatti richiesto di lavorare in presenza almeno un giorno alla settimana, che diventeranno due a stretto giro di posta. Poi, dal 23 maggio, il lavoro ibrido si concretizzerà con tre giornate in ufficio (lunedì, martedì e giovedì) e due da remoto se il dipendente lo desidera.

 

Cupertino, tra le società che hanno palesato la volontà di tornare al lavoro in presenza il più presto possibile, dopo aver pianificato il tutto già nel giugno 2022, è stata costretta a rinviare più volte la data per via delle varie ondate e, soprattutto, dall’avanzare della variante Omicron e dal conseguente aumento dei contagi da Covid-19.

 

Dopo aver disposto l’ultimo rinvio di una lunga serie nel dicembre 2021, Apple aveva sostanzialmente deciso di non decidere rinviando la riapertura degli uffici a data da destinarsi, riservandosi comunque di avvertire con un mese d’anticipo i propri dipendenti qualora la situazione fosse cambiata. Cosa accaduta a marzo, quando i contagi negli Usa sono diminuiti consentendo alle autorità di eliminare diverse restrizioni e, in ultimo, l’obbligo di utilizzo delle mascherine.

 

- LEGGI ANCHE - Apple riaprirà gradualmente gli uffici negli Usa dall’11 aprile

- E ANCHE - Apple ha deciso di non decidere sulla riapertura degli uffici Usa

 

Mentre molte big-tech hanno messo l’accento sui vantaggi dello smart working anche ad emergenza sanitaria conclusa, Cupertino ha sempre visto come centrale il lavoro in presenza, ponendo l’accento sui vantaggi offerti dal collaborare direttamente con altre persone anche in termini di socialità e produttività rispetto al lavoro da remoto.