TimGate
header.weather.state

Oggi 08 agosto 2022 - Aggiornato alle 17:00

 /    /    /  Negli Usa TikTok registrerà anche voce e foto del volto
Negli Usa TikTok potrà registrare anche voce e foto del volto

- Credit: Olivier Bergeron / Unsplash

app08 giugno 2021

Negli Usa TikTok potrà registrare anche voce e foto del volto

di Redazione

Le nuove regole sulla privacy prevedono che il social possa raccogliere dati biometrici, solo con consenso esplicito

TikTok, che nonostante tutto resta l’app più popolare al mondo dall’ormai lontano 2019, ha modificato le proprie norme sulla privacy negli Usa con novità che, qualora utilizzate, avrebbero risvolti preoccupanti per gli utenti statunitensi. Il social, di proprietà della cinese ByteDance, ha infatti introdotto nei termini di servizio la possibilità di raccogliere dati “biometrici” degli utenti quando attivi, tra cui voce e immagine del volto. Aggiungendo come affinché la raccolta abbia effettivamente inizio sarà necessario il consenso esplicito degli utenti.

 

TikTok, tra successo e problemi, si trova da tempo alle prese con le autorità europee poste a tutela della privacy, tra cui il nostro Garante. Non è dunque un caso che le modifiche interessino gli Usa, dove invece le norme in materia sono più permissive.

 

Con l’introduzione della sezione “Image and Audio Information”, ad ogni modo, il social mette nero su bianco questo tipo di scenario, senza chiarire quale sarà il successivo utilizzo dei dati in questione.

 

Anche per questo, visto che in ogni singolo Stato vigono regole diverse, a casa madre ha deciso di chiedere il consenso prima di procedere agli utenti. Una sorta di operazione trasparenza, tesa a dissipare le nubi che sembravano pronte ad abbattersi su TikTok e provenienti dalla Casa Bianca, con inquilino Donald Trump.

 

- LEGGI ANCHE: Trump sta provando (di nuovo) a vietare TikTok negli Usa

- E ANCHE: Perché negli Usa si può ancora scaricare TikTok

 

Anche Biden, invero, non vede di buon occhio i possibili collegamenti diretti tra l’app social e Pechino, ma dall’insediamento in poi ha quasi riposto la questione nel cassetto davanti ad emergenze ben più impellenti, tenendosi pronto a ritirare fuori il dossier a tempo debito.