• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 21 gennaio 2022 - Aggiornato alle 15:11
News
  • 23:59 | Le 7 cose da fare e da vedere a Lucca
  • 12:27 | Ritrovata una sinuosa scultura di Henry Moore
  • 11:53 | Mattarella non intende rimanere al Colle
  • 11:50 | Zapata vicino al Newcastle, l'Atalanta pensa a Belotti
  • 11:15 | Uno studio afferma che la cannabis preverrebbe il Covid
  • 10:56 | The Lancet: perché la Lombardia fu travolta dal virus
  • 10:41 | Australian Open, Berrettini vince la maratona contro Alcaraz
  • 10:37 | I grandi elettori positivi voteranno in un parcheggio
  • 10:20 | Il programma della 23esima di campionato
  • 10:02 | Marea nera in Peru, Castillo firma decreto su disastro ambientale
  • 09:51 | L’offerta della Juventus per Vlahovic
  • 09:35 | Definiti i quarti di Coppa Italia
  • 09:26 | La curva cresce, ma meno velocemente
  • 08:47 | Formula 1, l’Alfa Romeo cambia nome e logo
  • 07:00 | Le trattative per il Quirinale e le altre notizie in prima pagina
  • 06:40 | Fantacalcio Serie A TIM, i consigli per la ventitreesima giornata
  • 23:46 | Il vaccino Sputnik è efficace al 70% contro Omicron
  • 23:33 | Covid, il Regno Unito "sta facendo l'ennesimo errore"
  • 23:21 | Usa, il primo anno di presidenza di Biden
  • 21:55 | 8 artiste per la statua di Margherita Hack
Gli indizi di forme di vita nei cieli di Venere - Credit: Envato/Martinholv
SCIENZA 14 settembre 2020

Gli indizi di forme di vita nei cieli di Venere

di Roberto Pianta

Rilevata presenza di fosfina, sostanza prodotta da organismi biologici

 

C'è vita su Venere? Non si sa, ma alcuni indizi lasciano pensare che potrebbe esserci, seppur in dimensioni piuttosto piccole: microbi volanti, o qualcosa del genere.

 

E tuttavia, la nuova scoperta lascia sperare che se la vita è presente in qualche modo già in un pianeta così vicino al nostro, nel resto dell'universo, altrove, potrebbe esserci in modi biologici diversi, più simili al nostro, persino in forme evolute.

 

Gli astronomi hanno rilevato la presenza di fosfina analizzando i cieli di Venere: si tratta di una molecola rara.

Per quanto ne sanno gli scienziati terrestri, può essere prodotta solo da forme di vita, come per esempio i microbi (o dall'uomo, nell'industria). Perciò la fosfina è sempre stata considerata indizio di forme di vita.

 

Per decenni la scienza ha ipotizzato che l'atmosfera Venere possa essere stato un luogo adatto a forme di vita come i microbi.  Certo, oggi il terreno venusiano non è un posto molto adatto ad ospitare esseri viventi, almeno per come intendiamo la vita sulla Terra. Sulla superficie di Venere, nelle giornate più calde, il termometro supera i 450 gradi. Al suolo la pressione è paragonabile a quella, enorme, che si soffre a mille metri di profondità sotto i nostri mari. L'atmosfera è permeata da anidride carbonica e acido solforico (una sostanza abbastanza pericolosa, per noi animali terrestri: provoca ustioni e viene usata per produrre il vetriolo).  

 

Eppure un tempo, Venere era più simile alla Terra. La scoperta di questi giorni solleva la possibilità che la vita, in tempi remoti, avesse preso piede su Venere,ma quando il riscaldamento globale ha progressivamente bruciato la superficie, alcuni organismi superstiti abbiano imparato a galleggiare fra le nubi, e ora siano ancora lì, a circa 50 chilometri di altezza.

 

Il professor Graves, dell'equipe britannica autrice della scoperta, ha detto che l'esperimento era stato fatto davvero per pura curiosità, e che mai si sarebbe aspettato uno scenario con nubi "che si riempiono di organismi". Ma quando lo scienziato ha visto i primi accenni di fosfina nello spettro di Venere, ha fatto bel salto sulla sedia. 

 

I più visti

Leggi tutto su News