TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 16:00

 /    /    /  La versione di Clubhouse per PC che in realtà nasconde un ransomware
La versione di Clubhouse per PC in realtà nasconde un ransomware

- Credit: Sincerely Media/Unsplash

TECNOLOGIA15 aprile 2021

La versione di Clubhouse per PC in realtà nasconde un ransomware

di Redazione

Pubblicizzata su Facebook seppur inesistente, viene sfruttata per uno dei più comuni attacchi informatici

Mentre sembra ormai imminente il lancio dell’attesa versione per Android, il social capace di catalizzare l’attenzione in questi primi mesi del 2021 dopo un successo inatteso, ovvero Clubhouse, diventa oggetto e soggetto anche di attacchi informatici ingannevoli. L’app, infatti, al momento è disponibile solo per iPhone, e non esiste una versione per PC, ma un’inserzione su Facebook affermante il contrario è stata pubblicata per trarre in inganno gli utenti, con il file in questione che anziché installare Clubhouse sul computer dei malcapitati li espone a un attacco informatico ransomware.

 

- LEGGI ANCHE: Clubhouse, che cos'è e come funziona il social "della voce"

- E ANCHE: ClubHouse social: cos'è e quali celebrity lo utilizzano già

 

L’app social del momento (forse già passato invero), come detto è utilizzabile esclusivamente da chi ha un iPhone, ma logicamente vedere una pubblicità su Facebook nel merito si presta a trarre in inganno più persone vista la fonte, inducendo a credere senza troppe esitazioni che la versione desktop di Clubhouse esista realmente. Non è così.

 

Il sito Usa TechCrunch ha scovato e segnalato a Menlo Park la presenza di almeno nove spot nel merito nella settimana dopo Pasqua, con i truffatori lesti nello sviluppare un’interfaccia grafica credibile per Clubhouse per poi inserire il collegamento utile a scaricare la versione per PC.

 

Il problema si pone una volta deciso di aprire il link, con la pagina a cui rimanda che propone il download di Clubhouse versione desktop. Piccolo problema? Il file in questione non installa il social ma include un ransomware.

 

Facebook ha celermente rimosso le inserzioni incriminate e le pagine ad esse collegate, mentre il sito Internet ospitato su server russi ora è offline. Resta il mistero rispetto al come le pubblicità siano “passate” nonostante i controlli sul social, ma non è detto che vi sia una risposta nel merito. Anzi.