TimGate
header.weather.state

Oggi 12 agosto 2022 - Aggiornato alle 07:00

 /    /    /  whatsapp brasile pagamenti digitali facebook pay
WhatsApp: in Brasile arrivano i pagamenti digitali attraverso l'app

- Credit: iStock

tecnologia16 giugno 2020

WhatsApp: in Brasile arrivano i pagamenti digitali attraverso l'app

di Federico Bandirali

Come funziona la nuova funzionalità, per ora disponibile solo per i brasiliani


Conclusi i test della versione beta in India, WhatsApp ha scelto il Brasile per lanciare i pagamenti digitali “in-app” (ovvero direttamente dalla chat) utilizzando il servizio Facebook Pay, che secondo i programmi dovrebbe essere introdotto a cascata anche su Instagram, Messenger e, ovviamente, Facebook stando allla road map tracciata nel 2019.

"I pagamenti su WhatsApp saranno progressivamente disponibili per tutti gli utenti in Brasile”, ha scritto la società con un blog post, aggiungendo che il sistema di pagamento in-app è basato su un modello “aperto”, al quale potranno aderire anche altre società al di fuori dell’ecosistema Facebook in futuro.

- LEGGI ANCHE - In arrivo WhatsApp Pay, il sistema di pagamento via chat

- E ANCHE - Si potranno fare acquisti attraverso Facebook, Instagram e WhatsApp

 

La dinamica è semplice: l’utente deve collegare una carta di credito o debito al proprio account sull’app di messaggistica più popolare al mondo, per poi scegliere un PIN a sei cifre e l’impronta digitale in modo da autorizzare le transazioni in massima sicurezza.

 

I clienti, ovviamente, non dovranno corrispondere alcuna commissione aggiuntiva per utilizzare il servizio, mentre ai commercianti sarà chiesto un corrispettivo per l’elaborazione dei pagamenti esattamente come accade con i tradizionali POS.

 

Nella prima fase, sarà possibile collegare solo le carte emesse da tre istituti di credito brasiliani (Banco do Brasil, Nubank e Sicred), mentre la società di pagamenti digitali Cielo (la società leader di settore nel paese) collaborerà con WhatsApp processando le transazioni.

 

Lanciati come beta in India nel 2018, i pagamenti in app sulla piattaforma di messaggistica hanno preso più tempo del previsto prima del lancio, mentre la scelta del Brasile come primo paese a utilizzarli è dovuta ad una lunga serie di problemi legali e normativi in India che hanno suggerito a WhatsApp di “spostare” geograficamente il lancio del sistema.

 

Con la prospettiva di inserirlo nelle diverse piattaforme interconnesse dell’ecosistema Facebook, in modo da consentire in futuro “a persone e aziende di utilizzare gli stessi dati della carta di credito nelle app” di Menlo Park, lanciando il servizio in tutto il mondo con tempistiche ancora da definire.