TimGate
header.weather.state

Oggi 04 agosto 2022 - Aggiornato alle 10:00

 /    /    /  WhatsApp sta attivando il servizio Pay in India
WhatsApp Pay ora è disponibile in India

- Credit: Benjamin Dada / Unsplash

APP06 novembre 2020

WhatsApp Pay ora è disponibile in India

di Federico Bandirali

Dopo i problemi in Brasile e una lunga attesa è arrivato l’ok dalle autorità. Zuckerberg entusiasta

Tra le tante novità di WhatsApp, ultima delle quali l’introduzione dei messaggi effimeri che scompaiono automaticamente dopo 7 giorni dall’invio autodistruggendosi di fatto, la piattaforma di proprietà di Facebook ha annunciato il lancio del servizio WhatsApp Pay in India. Ovviamente solo dopo aver ricevuto l’approvazione dalle autorità di regolamentazione del paese. Introdotto per la prima volta nel Paese in versione beta nel 2018, l’implementazione completa del servizio è stata ritardata di anni a causa delle preoccupazioni relative all'archiviazione e alla condivisione dei dati.

 

Si tratta di un lancio importante per quello che è il più grande mercato per WhatsApp, visto che in India conta circa 400 milioni di utenti sugli oltre due miliardi totali in tutto il mondo, ed è anche un segnale, dopo che l'attivazione ufficiale del servizio in Brasile risalente allo scorso giugno è stata bloccato dalle autorità locali nel volgere di pochi giorni.

 

- LEGGI ANCHE - In arrivo WhatsApp Pay, il sistema di pagamento via chat

- E ANCHE - Perché il Brasile ha sospeso i pagamenti digitali con WhatsApp

 

Tornando all’India, l’autorità nazioonale che regolamenta i pagamenti al dettaglio, ovvero la National Payments Corporation of India (NPCI), ha comunicato l’approvazione a WhatsApp giovedì 5 novembre 2020, con Facebook che ha confermato il lancio del servizio poche ore dopo in un post sul blog ufficiale.

 

La notizia è a dir poco significativa per il CEO di Menlo Park Mark Zuckerberg, al punto da spingerlo a creare immediatamente un video per illustrare alcune caratteristiche del servizio.

 

“Ora sarai in grado di inviare facilmente denaro ai tuoi amici e familiari tramite WhatsApp con la stessa facilità con cui invii un messaggio”, ha affermato Zuck. Che ha poi ‘suggerito’ come i pagamenti digitali siano “particolarmente importanti” durante una pandemia globale, in quanto eliminano la necessità dello scambio di contanti di persona che potrebbe portare.

 

Eventualità possibile ma abbastanza remota se si rispettano le regole relative al l'igienizzazione delle mani, e comunque importante per semplificare i pagamenti contactless.

 

In un post sul blog ufficiale, Facebook ha affermato di aver collaborato con cinque “banche leader” al suo nuovo servizio di pagamento: ICICI Bank, HDFC Bank, Axis Bank, State Bank of India e Jio Payments Bank. Con il sistema di pagamento tecnicamente definito UPI supportato da oltre 160 istituti di credito locali.