TimGate
header.weather.state

Oggi 25 maggio 2022 - Aggiornato alle 18:17

 /    /    /  La versione per computer di WhatsApp sarà più sicura: ecco come
La versione per computer di WhatsApp sarà più sicura: ecco come

- Credit: Dmitry Feoktistov / IPA / Fotogramma

APP24 gennaio 2022

La versione per computer di WhatsApp sarà più sicura: ecco come

di Samuele Ghidini

Grazie all’autenticazione a due fattori, anche per la versione Web e attualmente in fase di sviluppo

WhatsApp, dopo aver avviato i test del nuovo look per la versione desktop dell’app di messaggistica più popolare al mondo e “adattato” a Windows 11, ha reso noto di essere al lavoro per introdurre nuovi strumenti pensati per garantire maggior sicurezza agli utenti quando accedono alla piattaforma. L’app di Meta per dispositivi mobili, permette già di abilitare l’autenticazione dell’eccesso con verifica in due passaggi, con il team interno che ora e dunque al lavoro per introdurla e permetterne la gestione sia nella versione per computer che in quella accessibile utilizzando un browser, ovvero quella comunemente nota come versione Web.

 

- LEGGI ANCHE - WhatsApp, in arrivo l’autenticazione biometrica per l’accesso da PC

- E ANCHE - WhatsApp sta testando le trascrizioni dei messaggi vocali

 

Nel merito, come di consueto, le indiscrezioni più affidabili arrivano dal sito statunitense WaBetaInfo, dedicato appunto a WhatsApp, che di recente ha pubblicato uno screenshot rispetto al come potrebbe presentarsi e cosa offrirà la sezione riservata alla verifica in due passaggi per l’app desktop e la versione Web.

 

Dai quali si evince, pur in assenza di soluzioni definitive, come la sezione dedicata permetterà di abilitare e disabilitare la verifica in due passaggi, modificare il codice PIN e, in ultimo, di fare altrettanto con gli indirizzi email associati al processo di accesso al proprio account.

 

Funzionalità che, per ora, non sono disponibili, in attesa di comunicazioni ufficiali da Menlo Park che chiariranno le tempistiche per l’introduzione delle novità in questione che al momento non sono programmate e, di conseguenza, rendono sostanzialmente impossibile sapere quando saranno lanciate.