TimGate
header.weather.state

Oggi 14 agosto 2022 - Aggiornato alle 18:25

 /    /    /  Su Word e OneNote ora si possono incorporare i pin di Pinterest
Su Word e OneNote ora si possono incorporare i pin di Pinterest

- Credit: Charles Deluvio/Unsplash

TECNOLOGIA26 febbraio 2021

Su Word e OneNote ora si possono incorporare i pin di Pinterest

di Federico Bandirali

Soluzione rivolta per il mondo della scuola, con la possibilità di convertire i file in PowerPoint in rampa di lancio

Microsoft ora offre agli utenti di Word (nella versione Web) e di OneNote la possibilità di incorporare i famigerati Pin di Pinterest all’interno dei propri documenti. La nuova funzione, infatti, permette agli iscritti al social di copiare l’indirizzo URL di qualsiasi Pin in una pagina OneNote o in documento in formato Word, rendendo il contenuto in questione interattivo. La soluzione introduce pertanto un nuovo metodo di creazione di pagine, sezioni e agende riempite da contenuti Pinterest in OneNote.

 

Per Word, come detto, al momento la novità funziona solo con la versione Web del software, e lascia facoltà di inserire contenuti originariamente pubblicati su Pinterest nei documenti online di Word, successivamente visualizzati all’apertura dei file nelle versioni mobile del software della storica suite Office.

 

Superata la fase di test, i predetti file potranno anche essere convertiti in presentazioni di PowerPoint. Il colosso di Redmond, evidentemente, ha ideato la novità con target definito da scuole e studenti, specialmente per quanto concerne OneNote. “Negli ultimi anni, abbiamo ascoltato molte richieste di integrazione di Pinterest con OneNote”, ha infatti spiegato uno dei product manager del team dedicato alla formazione della società guidata da Satya Nadella, ovvero Mike Tholfsen.

 

- LEGGI ANCHE: Pinterest: come funziona, come si usa

- E ANCHE: Le modifiche di Pinterest per far risaltare le Storie

 

Il supporto Pinterest per Word e OneNote segue un'integrazione simile nel browser Edge basato su Chromium . Microsoft ha integrato il supporto per la piattaforma direttamente nelle raccolte del suo rinnovato browser lo scorso anno, consentendo agli utenti del social di esportare queste raccolte di collegamenti, immagini e testo direttamente su social.

 

Microsoft che, peraltro, ha da poco provato ad acquistare Pinterest – come riferito dal Financial Times – senza che il gigante del software e la società che gestisce il social trovassero un accordo dopo mesi di trattative, ora interrotte in attesa di un probabilissimo secondo “round”.