Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 19 aprile 2021 - Aggiornato alle 01:00
Live
  • 06:07 | Basket, Serie A: risultati, tabellini e classifica dopo la 28ª giornata
  • 00:04 | Covid, in Italia un milione di vaccini in tre giorni
  • 00:01 | Basket, Serie A: Trieste schianta Pesaro 101-88 e "vede" i playoff
  • 23:45 | Bonus donne 2021: che cos'è e come ottenerlo
  • 23:37 | Gli effetti del cloro sul coronavirus
  • 23:32 | Paul McCartney, 12 artisti reinterpretano il suo ultimo album
  • 23:22 | Covid, il contagio all'aperto "non è impossibile"
  • 23:10 | Il nuovo singolo degli Extraliscio? Un sorprendente tango-rock
  • 22:21 | Un altro film horror per il regista di “Doctor Sleep”
  • 21:13 | Cosa sappiamo del nuovo disco live dei Lacuna Coil
  • 20:10 | Cosa prevede il pass per lo spostamento fra regioni
  • 18:53 | Mille emozioni a Imola: vince Verstappen
  • 18:30 | Covid, in Italia altri 251 morti
  • 18:11 | UEFA contro la Superlega: chi aderisce escluso da tutto
  • 17:50 | Stefanos Tsitsipas è il nuovo Principe di Monte Carlo
  • 17:14 | I ristoranti aperti recupererebbero solo il 15% dei ricavi
  • 16:57 | Il cronoprogramma delle riaperture
  • 15:47 | MotoGP, Portogallo: la vittoria di Quartararo su Bagnaia e Mir
  • 15:08 | La frase della regina Elisabetta sull’amore
  • 14:51 | All’asta un capolavoro di Palma il Vecchio
YouTube pubblicherà i dati relativi al numero di video rimossi - Credit: NordWood Themes / Unsplash
TECNOLOGIA 8 aprile 2021

YouTube pubblicherà i dati relativi al numero di video rimossi

di Redazione

Con un una nuovo dato nei report trimestrali: la percentuale di visualizzazioni per le clip che violano le norme

YouTube rende disonibile un rapporto – come consuetudine con cadenza trimestrale – inerente il rispetto delle sue norme, aggiungendo quanti tra canali, video e commenti sono stati eliminati dalla piattaforma e per quale motivo.

In quello ancora in fase di elaborazione, comparirà anche una nuova metrica – Violative View Rate (VVR) – utile per stimare in percentuale quante visualizzazioni hanno avuto i video che contravvengono alle regole di YouTube.

 

- LEGGI ANCHE: YouTube, novità per genitori e account dei figli minorenni

- E ANCHE: Gli sforzi di YouTube per limitare i commenti offensivi

 

Dall’introduzione dei predetti rapporti, datata 2018, emerge come siano stati rimossi più di 7 miliardi di commenti e la modica cifra di 83 milioni di video. Con i sistemi di intelligenza artificiale e machine learning, la piattaforma posseduta da Google ha eliminato il 94% dei predetti elementi in automatico, e il 75% degli stessi ancor prima del raggiungimento di dieci views.

 

La metrica in questione, invero, è utilizzata dal 2017, ma dopo 4 anni comparirà nel consueto report pubblicato ogni 3 mesi. Al momento, il numero di visualizzazioni per video contrari alle regole è di 16-16 su 1.000, ovvero una percentuale compresa tra lo 0,16 e lo 0,18%.

Rispetto al 2017 il miglioramento è circa del 70%, certificazione di come la rimozione automatica funzioni bene (eufemismo).

 

Tornando al Violative View Rate, si tratta di un indicatore che mostra la celerità con cui YouTube rimuove i contenuti prima che gli stessi vengano visualizzati. È evidente, infatti, come tra un video che resta disponibile per un lasso di tempo breve ottenendo 50 visualizzazioni e uno che, in meno ore, ne genera migliaia ci sia un abisso in termini di diffusione capillare dello stesso.

 

Il VVR, chiaramente, può essere modificato nel medio-lungo periodo per via di cambiamenti delle regole del social, ma sebbene lo scopo sia offrire un servizio qualitativamente migliore, appare chiaro come diversi utenti (quelli che postano video in chiara violazione della policy in primis), potrebbero avere un’opinione assai diversa rispetto alle imposizioni di YouTube.

I più visti

Leggi tutto su News